(Image by Motor1)

Nel settembre 2018, Audi ha dichiarato che avrebbe preso in considerazione la possibilità di riportare la versione non a quattro cilindri della sua ammiraglia sportiva, e ora lo sta facendo rilasciando un altro derivato della trazione posteriore.

Questa volta, è un membro permanente della gamma R8 e non sarà limitato a 999 esemplari come il suo predecessore. I Quattro Anelli stanno anche cambiando il nome della vettura da RWS (Rear Wheel Series) a RWD (Rear Wheel Drive).

Inutile dire che la nuova R8 RWD è basata sulla versione rielaborata della superstar aspirata naturalmente di Audi e si rivela oggi sia in forma Coupé che Spyder.

(Image by Motor1)

Tuttavia, l’assetto consente uno sprint da 0 a 100 km/h in soli 3,7 secondi prima di raggiungere la velocità massima di 320 km/h nel caso della Coupé, mentre la Spyder, a causa del suo peso maggiorato, ha bisogno di un decimo di secondo in più per lo sprint e raggiunge il massimo a 318 km/h.

Perdere la configurazione Quattro ha pagato i dividendi in termini di peso in quanto la R8 V10 RWD è di circa 65 chilogrammi più leggera dell’equivalente R8 V10 Quattro Coupé, che ferma l’ago della bilancia a 1.595 kg senza pilota. La R8 V10 RWD Spyder ha tagliato 55 kg e ora pesa 1.695 kg dopo aver rimosso l’albero dell’elica, le frizioni a dischi multipli e il differenziale dell’asse anteriore.

C’è un altro vantaggio di avere il modello a trazione posteriore in quanto è più economico della sua controparte Quattro. Il prezzo è stato rilasciato solo per il mercato tedesco, dove la Coupé parte da 144.000 euro e la Spyder da 157.000 euro, entrambi con una riduzione di 22.000 euro rispetto agli equivalenti modelli Quattro.

(Image by Motor1)

Di serie, la R8 a trazione posteriore ha la parte anteriore, gli inserti laterali e il diffusore verniciato in nero lucido, ma è possibile optare per un pacchetto in carbonio. La versione Spyder può essere ordinata anche con un pacchetto di colore nero, mentre la carrozzeria può essere verniciata in un colore fresco chiamato “Kemora grigio“.

Il nuovo derivato su misura per i puristi utilizza il glorioso V10 da 5.2 litri di Audi aspirato naturalmente. L’unità FSI pompa fuori 532 cavalli vapore e 540 Newton-metri di coppia di torsione all’asse posteriore attraverso una trasmissione tronic S a sette velocità e un differenziale meccanico di bloccaggio. Vale la pena sottolineare che la nuova versione della R8 è meno potente della base R8 Coupe V10 Quattro, che offre 562 CV e 560 Nm.

Facendo un rapido calcolo, la RWD è diminuita di 30 CV e 20 Nm rispetto alla versione RWS.