Manovra 2020 novità per proprietari e inquilini
Casa e chiave (foto Pixabay)

Manovra e immobili: molte novità ma chi paga cosa? Bonus facciate, detrazioni e fusione di Imu e Tasi. Sono previste molte novità per i proprietari di immobili e inquilini. Alcune prevedibili altre meno ma di grande impatto a lungo termine sugli affitti.

Chi paga cosa? O sarebbe meglio dire: chi detrae cosa? Tra le novità c’è il bonus facciate. Introdotto con la manovra di bilancio, questo bonus permetterà la detrazione per tutto il 2020 del 90% della spesa sostenuta per il rifacimento degli esterni di tutti gli edifici privati. Di notevole interesse è il regime di cumulabilità del bonus con le detrazioni per il risparmio energetico e per le ristrutturazioni. Il bonus non conoscerà limiti di spesa solo nel 2020.
Infatti le detrazioni per riqualificazione energetica, ristrutturazione edilizia, mobili ed elettrodomestici, già esistenti, dovrebbero essere rinnovate permettendo un consiederevole risparmio in coincidenza di tali interventi sugli immobili o il mobilio.

LEGGI ANCHE >>> Chef Rubio contro l’Orgoglio Italiano, il web insorge: Sei tu a fomentare il razzismo

Manovra e immobili: molte novità ma chi paga cosa?

 

manovra economica pagamenti
La manovra economica 2020  FOTO: Getty Images


Se oggi l’Imu è dovuta dai proprietari e la Tasi in parte dai proprietari e in parte dagli inquilini (tra il 10 e il 30%), con la riunione introdotta con al manovra potrebbe aversi uno spostamento dell’onere dal detentore al possessore dell’immobile con un aumento dei costi, quindi in caso di affitto, dal conduttore al locatore proprietario.
L’introduzione, se la fusione sarà effettivamente confermata, è attesa a brevissimo vista la situazione finanziaria generale dei comuni italiani.
Unico dato positivo in tal senso è costituito dalla soglia massima che sarà posta come limite di aliquota.
In ogni caso, la fusione Imu Tasi potrebbe agevolmente tradursi in un aumento dei costi per i proprietari di immobili che potrebbero essere disincentivati ad affittare ovvero indotti ad aumentare i canoni per coprire i costi maggiorati derivanti dalla proprietà.

LEGGI ANCHE >>> Parma, l’attaccante Baraye vittima di un episodio di razzismo