poliziotti uccisi
(foto dal web)

Un ragazzo di 30 anni è stato ritrovato morto nel proprio appartamento di Milano dalla polizia che era giunta sul posto dopo la segnalazione dell’ex fidanzata del 30enne.

Dramma a Milano, dove un ragazzo di 30 anni è stato ritrovato senza vita all’interno del suo appartamento di Corso Lodi. Il drammatico ritrovamento è avvenuto nel pomeriggio di martedì 5 novembre intorno alle 17 quando l’ex fidanzata del 30enne ha lanciato l’allarme, preoccupata perché non sentiva il ragazzo da alcuni giorni. Presso l’appartamento sono arrivati gli agenti della polizia del capoluogo lombardo che si sono fatti aprire l’abitazione dalla madre del 30enne, il cui cadavere è stato trovato in avanzato stato di decomposizione. Adesso si sta cercando di far chiarezza sul decesso del ragazzo, sul cui corpo è stata disposta l’autopsia dall’autorità giudiziaria.

Leggi anche —> Grave incidente stradale: muore giovane portiere di calcio

Milano, ragazzo di 30 anni trovato morto in casa: disposta l’autopsia sul corpo

Un ragazzo di 30 anni è stato ritrovato morto nel proprio appartamento a Milano martedì 5 novembre. A lanciare l’allarme è stata l’ex fidanzata della vittima preoccupata perché non sentiva il ragazzo da domenica. Dopo la segnalazione della ragazza, sul posto, in un palazzo di Corso Lodi, sono arrivati gli agenti della polizia del capoluogo lombardo che, come riporta la redazione di Milano Today, si sono fatti aprire la porta dell’abitazione dalla madre del 30enne che abita nello stesso condominio, ma in una scala diversa. Entrati nell’appartamento, gli agenti hanno ritrovato il corpo del ragazzo senza vita in avanzato stato di decomposizione sotto le coperte in camera da letto con un rivolo di sangue che usciva da una narice. Come riportato da Milano Today, la polizia non ha trovato l’appartamento in disordine e sul cadavere non vi erano segni evidenti di violenza, dunque, l’ipotesi più accreditata al momento è quella di un decesso sopraggiunto per cause naturali che ha sorpreso il 30enne mentre era a letto. A chiarire le cause della morte e far luce sul caso potrà essere l’autopsia che è stata già disposta dal pubblico ministero.

Leggi anche —> Muore sotto gli occhi della figlia appena uscita da scuola: urla disperate