Fabio Quartararo e Maverick Vinales con le tute della Ducati (Fotomontaggio TuttoMotoriWeb.com)
Fabio Quartararo e Maverick Vinales con le tute della Ducati (Fotomontaggio TuttoMotoriWeb.com)

MotoGP | Mercato MotoGP 2021: la Ducati fa “shopping” tra i piloti della Yamaha

Tutti li vogliono, tutti li cercano. Maverick Vinales e Fabio Quartararo, attualmente entrambi accasati in Yamaha, sono i due pezzi pregiati del mercato piloti della MotoGP. Un mercato che, muovendosi con un anticipo sempre più largo, ha già iniziato a fissare le prime pedine sulla scacchiera del 2021.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

A tenere gli occhi fissi sulla coppia più bella del mondo, VinalesQuartararo, sono la Suzuki e soprattutto la Ducati, come ha rivelato nei giorni scorsi il team principal in persona della Casa dei Diapason, Lin Jarvis. Già, perché mentre i suoi attuali portacolori continuano a richiamare i tecnici al lavoro sulla percorrenza di curva, i vertici della Rossa di Borgo Panigale restano convinti che per portare la Desmosedici al Mondiale servano dei campioni di più alto calibro.

Dovizioso e Petrucci in discussione

Ad Andrea Dovizioso, insomma, non basta confermarsi costantemente come il migliore dei suoi compagni di marca per convincere del tutto il direttore generale Gigi Dall’Igna. Né si può ritenere soddisfacente il rendimento di Danilo Petrucci, sul quale anzi circolano voci che lo vorrebbero degradato al team satellite Pramac già nel 2020 per essere sostituito da Jack Miller. Al momento si tratta solo di indiscrezioni, che per giunta sono state già smentite dai diretti interessati, ma l’idea è sul piatto eccome.

Ma in chiave 2021, nel concreto caso in cui sia Dovizioso che Petrucci lasciassero il marchio bolognese, chi sarebbe a raccoglierne il testimone? I preferiti dei piani alti Ducati, come detto, sono proprio Vinales e Quartararo. Per il Diablo sarebbe stata avanzata un’offerta da non meno di cinque milioni di euro, anche se la priorità del francese è quella di restare in Yamaha, specialmente se (come pare) per lui si potessero spalancare le porte del team ufficiale, con o senza Valentino Rossi al suo fianco.

Vinales dubbioso tra Yamaha e Ducati

Con Top Gun il corteggiamento invece è già avviato, ma dopo l’ultima vittoria a Sepang lo spagnolo è sembrato tirare bruscamente il freno a mano sulla questione. “Non penso al futuro, ma al presente”, ha dichiarato subito dopo aver battuto Marc Marquez in Malesia. Un presente che vede la sua M1 finalmente tornata competitiva, ormai anche più della stessa Ducati. Quindi, va bene accelerare le decisioni di mercato, ma ora Mack preferisce prendersi del tempo: per non commettere lo stesso errore dei suoi ex colleghi di Yamaha Johann Zarco e Jorge Lorenzo, che sbagliando un cambio di marca hanno rischiato di compromettere un’intera carriera.

Così, le mosse della Ducati sono al momento bloccate, tra l’interesse per i piloti altrui e la ritrosia di questi ultimi a cambiare casacca. Non resta che attendere, e nel frattempo magari pensare al futuro ancor più a lungo termine. Sì, perché sempre in chiave 2021 la Pramac è in avanzata trattativa con Alex Marquez, il fratello minore del campione del mondo, che potrebbe essere svezzato nel team satellite in vista di un futuro magari proprio nella squadra ufficiale. Ci stiamo spingendo troppo in là nel tempo? Ma l’abbiamo detto che il mercato piloti oggi è sempre più anticipato…