BMW tom sykes eugene laverty
Eugene Laverty e Tom Sykes con la BMW S1000RR

Tra i team Superbike presenti all’EICMA 2019 a Milano c’era anche quello BMW, che per l’occasione ha presentato la propria line-up per il campionato 2020.

Confermatissimo Tom Sykes, che nell’ultima stagione ha ottenuto buoni risultati con una moto come la S1000RR che era all’esordio e che anche con il suo aiuto è cresciuta parecchio. Una mano allo sviluppo la darà un altro pilota esperto, ovvero Eugene Laverty. Lui è la novità, ormai annunciata da tempo comunque, nel box. Sostituisce Markus Reiterberger, che non è riuscito ad essere vicino al compagno come prestazioni e risultati nel 2019.

Superbike 2020, BMW all’EICMA con Sykes e Laverty

Per la prossima annata il team BMW Motorrad WorldSBK punta ad un salto di qualità. Vuole stare costantemente nelle prime posizioni, conquistando podi e magari anche vittorie. Difficile oggi dire se vi possano essere chance di lottare per il titolo, solamente le prime gare del 2020 forniranno un quadro dei valori in pista.

Sykes, comunque, è molto motivato a fare lo step successivo per portare la S1000RR in alto ed è fiducioso di riuscire nei propri intenti: “Nella stagione che si è appena conclusa ho avuto la sensazione che la nuova BMW S 1000 RR avesse un gran potenziale e lo abbiamo dimostrato. Considerando che il progetto è partito molto tardi possiamo essere assolutamente soddisfatti dei risultati che abbiamo raggiunto. È positivo il fatto che nell’arco del 2019 abbiamo accumulato molti dati e informazioni che ora nel corso dell’inverno ci torneranno molto utili anche in occasione dei test in vista della stagione 2020. Ovviamente il mio obiettivo è quello di vincere delle gare e sento che con un po’ più di tempo e di sviluppo potremo farcela. Non vedo l’ora di iniziare”.

Anche il suo nuovo compagno Laverty ha grande voglia di mettersi alla prova, dopo l’ultima stagione trascorsa tra alti e bassi nel team Go Eleven Ducati: “Ringrazio molto BMW per l’opportunità che mi sta dando e per la fiducia nei miei confronti. Il mio obiettivo è quello di ripagarli con delle vittorie: so che sarà possibile dato che la moto alla sua prima stagione nel WorldSBK ha già fatto vedere tutto il suo potenziale arrivando diverse volte sul podio. Spero di fare altrettanto anch’io nel 2020”.

BMW ha deciso di puntare su due piloti di grande esperienza, utili nello sviluppo di una moto comunque giovane e allo stesso tempo molto veloci. Sarà interessante il confronto tra loro, oltre che con il resto dei colleghi. Ci sono aspettative importanti su questo team. La casa di Monaco è tornata ad investire nella Superbike per vincere e dunque ci attendiamo un upgrade rispetto a un 2019 da considerare positivo.