asilo
(foto dal web)

Un bambino di 6 anni, martedì scorso, è morto folgorato in un asilo di Francoforte, in Germania, dopo aver toccato una presa scoperta all’interno della struttura.

Tragedia in un asilo di Francoforte, in Germania, dove un bambino di 6 anni è rimasto folgorato da una presa di corrente. Il bambino, Antonio, sarebbe morto tra le braccia della madre Elisa, di origine italiane, che si trovava insieme al figlio nell’atrio dell’istituto. Secondo una prima ricostruzione degli avvenimenti riportata dalla stampa tedesca e dalla redazione di Fanpage, il piccolo avrebbe afferrato una presa elettrica che pare fosse scoperta rimanendo folgorato e a nulla sarebbero valsi i tentativi dei soccorsi di salvargli la vita.

Germania, tragedia in un asilo: bambino di soli 6 anni muore folgorato

Un bambino di soli 6 anni è morto in un asilo nel distretto di Seckbach a Francoforte, in Germania. Secondo quanto riportato dai media tedeschi e dalla redazione di Fanpage, il piccolo Antonio nel pomeriggio di martedì scorso, 29 ottobre, stava giocando nell’atrio dell’istituto quando avrebbe afferrato una presa elettrica che pare fosse scoperta e che pendeva dal muro. Ad assistere alla terribile scena, la madre del piccolo, Elisa di origini italiane, che si era recata nell’asilo per prendere il figlio. Improvvisamente, secondo il racconto della donna, Antonio sarebbe divenuto cianotico e avrebbe iniziato ad urlare, ma a nulla sarebbero valsi i tentativi di soccorso ed il piccolo è deceduto. La donna nel raccontare quei terribili istanti, avrebbe anche aggiunto, come riporta Fanpage, che all’interno dell’istituto materno erano stati svolti dei lavori, ma la scuola era stata riaperta prima che questi fossero completati. Su quanto accaduto stanno indagando le autorità tedesche con l’accusa verso ignoti di omicidio colposo involontario e l’asilo dove è avvenuta la tragedia è attualmente chiuso. Intanto la madre, scrive Fanpage, avrebbe ha avviato una raccolta fondi affinché la salma di Antonio possa essere trasferita in Italia e seppellita nel paese di origine della donna. Un’altra raccolta di denaro è stata lanciata dal consiglio dei genitori per aiutare la famiglia della vittima a sostenere le spese del funerale.

Leggi anche —> Giallo di Ritorto, colpo di scena: la confessione che non convince gli inquirenti