Jack Miller (Getty Images)

Pazza idea: scambio Miller-Petrucci in casa Ducati

Il periodo no di Danilo Petrucci spinge molti media a vedere Jack Miller nel team Ducati ufficiale già nella stagione 2020. Una voce seccamente smentita dal team manager Pramac, Francesco Guidotti.

Il pilota australiano ha già conquistato tre podi quest’anno e con la Ducati Desmosedici GP19 ha ottenuto anche il quarto posto a Sepang. All’età di 24 anni, l’australiano ha fatto un’ottima partenza nella sua quinta stagione in MotoGP. Ha raggiunto una qualità di guida di livello mondiale su piste asciutte oltre alle sue eccezionali capacità sul bagnato.

Secondo molti tifosi Miller dovrebbe quindi prendere il posto di Petrucci, ma l’ipotesi viene seccamente smentita da Francesco Guidotti. “Queste storie sono già venute alla luce in Aragona. Poi calma relativa per tre gare in Thailandia, Giappone e Australia. Qui a Sepang le storie sono ricominciate. Ovviamente tutto è possibile nelle corse – ha detto a Speedweek.com -. Perché Ducati Corse ha in mano entrambi i contratti di guida. Ma ci aspettiamo che Jack sia con noi, speriamo sinceramente di poterlo tenere”.

Anche per il prossimo anno Jack Miller avrà una Ducati ufficiale, alla pari di Pecco Bagnaia. Un grosso investimento che richiede al team di trovare nuovi sponsor per far fronte alle spese maggiori. “Il proprietario del team Paolo Campinoti è volato dall’Australia all’Italia per trovare nuovi sponsor. Abbiamo Octo a bordo per il nostro progetto MotoE. Ma ovviamente dobbiamo e vogliamo aumentare il nostro budget. Più soldi hai, più qualità ha la tua squadra. Ecco perché spero che il nostro capo trovi nuovi sponsor”.