sciopero dei benzinai
Annunciato uno sciopero dei benzinai a novembre FOTO tuttomotoriweb

Sciopero benzinai il 6 e il 7 novembre: orari, modalità e rischi per i consumatori. Ecco tutto quello che bisogna sapere e quello che accadrà.

Disagi per gli automobilisti il 6 e il 7 novembre per lo sciopero dei benzinai. Scopriamo orari, modalità e cosa rischiano gli automobilisti.

Sciopero benzinai: orari e modalità

Lo sciopero dei benzinai comincerà dalle 6 di mercoledì 6 novembre 2019 alle 6 di venerdì 8 novembre 2019, comprendendo tutta la giornata di giovedì 7 novembre 2019. Lo sciopero è stato promosso da Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio.

Secondo stime accreditate, quanto prudenti, il fenomeno dilagante dell’illegalità nella distribuzione dei carburanti, interessando una quota che si aggira intorno al 15% di prodotti “clandestini” sul totale dei 30 miliardi di litri erogati, vale numerosi miliardi di euro ogni anno” – La nota continua – “Se si considera che mille litri valgono 300 euro di IVA, che arrivano a superare i mille euro, se si aggiungono pure le accise, la quantità di denaro sottratta alla collettività ed incassata da criminali più o meno organizzati appare incommensurabile, con riflessi devastanti, oltre al resto, anche sulla concorrenza e la qualità stessa dei prodotti immessi nei serbatoi di automobilisti ignari“, si legge nella nota diramata dalle organizzazioni promotrici dello sciopero.

A causa dello sciopero, potrebbero esserci numerose file ai distributori di benzina. Il principale motivo che ha spinto le organizzazioni a promuovere lo sciopero è la lotta alle pompe di benzina low cost.