Sim telefoniche
(foto dal web)

Gli operatori telefonici TIM, Vodafone e Wind hanno deciso di apportare significative modifiche ai tagli delle ricariche telefoniche, andando a modificare quelli da 5 e 10 euro.

Negli ultimi mesi gli operatori telefonici TIM, Vodafone e Wind hanno deciso di apportare una significativa modifica ai tagli delle ricariche delle schede prepagate: quelli da 5 e 10 euro, potrebbero scomparire o essere affiancati da altri che a livello di importo sul credito inciderebbero in maniera differente. L’idea è quella di incrementare il credito telefonico del consumatore non dell’intero taglio di ricarica scelto, ma solo di una parte. Il disavanzo verrebbe utilizzato per implementare il piano di abbonamento attivo con servizi premium ulteriori che vanno dalle telefonate al traffico internet illimitati.

Ricariche telefoniche da 5 e 10 euro verso l’addio: diminuisce il credito telefonico

Meno credito sul telefono, ma numerosi altri vantaggi come ad esempio chiamate e traffico internet illimitati. Questo potrebbe essere il risvolto della nuova decisione di alcuni operatori telefonici di eliminare i tagli di ricarica effettivi da 5 e 10 euro. A riportare la notizia Libero Tecnologia, il quale ha offerto un esempio pratico: qualora si decidesse di ricaricare la propria Sim di 5 euro utilizzando la nuova modalità, si riceverebbero 4 euro di credito ed 1 euro, invece, verrebbe utilizzato per il servizio premium. Per far si che gli utenti abbiano il credito necessario per rinnovare i propri abbonamenti, sarebbero stati inseriti tagli particolari da 4, 6 o 11 euro. A percorrere tale via sono TIM, Vodafone e Wind. La redazione di Libero Tecnologia ha pubblicato una guida sugli operatori telefonici che hanno deciso di applicare questo nuovo piano di ricarica ed il funzionamento di ognuno.

TIM e  Ricarica+

La TIM è stata la prima a lanciare questa idea di ricariche premium. Con Ricarica+ il noto gestore telefonico ha concesso ai propri utenti due nuove ricariche da 5 e 10 euro il cui credito effettivamente erogato è di, rispettivamente, 4 e 9 euro. L’euro di disavanzo viene utilizzato per l’attivazione di promozioni come traffico internet e chiamate illimitate. Nulla è successo alle tradizionali ricariche rimaste inalterate.

Vodafone e Giga Ricarica

La Vodafone ha attivato Giga Ricarica 10 e Giga Ricarica 5. Sono i due nuovi tagli di ricarica da 5 e 10 euro che affiancano quelli canonici ancora disponibili sull’app dell’operatore. Come accade per Tim il traffico erogato è rispettivamente di 4 e 9 euro e l’euro restante viene utilizzato per aggiungere 3 Giga al proprio abbonamento mensile. Oltre a Giga Ricarica 5 e 10, Vodafone vorrebbe inserire il taglio da 13 euro, tutto di credito per andare incontro agli utenti che hanno un abbonamento mensile dal costo superiore ai 10 euro, ma inferiore ai 15.

Wind e Ricarica Special

Wind ha lanciato, al pari di Tim e Vodafone, la propria Ricarica Special, due tagli di ricarica da 5 e 10 euro che vanno a sostituire i classici. Proprio come gli altri due operatori il credito effettivo sarà rispettivamente di 4 e 9 euro, ma il vantaggio Premium consisterà in Internet illimitato in Italia per 24 ore. Wind ha deciso inoltre di introdurre due nuovi tagli di ricarica da 4 e 11 euro, tutti di credito, molto utili per coloro che devono ricaricare la SIM per rinnovare l’abbonamento mensile.

Leggi anche —> Le migliori offerte telefoniche del momento sotto i 6 euro