Charles Leclerc (Getty Images)

F1 | Leclerc cauto: “Impossibile prevedere cosa faremo in gara”

Il weekend texano di Charles Leclerc non è certo partito nel migliore dei modi. Subito fermato da noie tecniche venerdì mattina, il monegasco si è trovato nella stessa situazione al sabato quando, invece che andare in pista ad effettuare la simulazione di gara, utile per capire il passo sulla distanza, è stato costretto ad osservare i suoi meccanici alle prese per quasi l’intera ora a disposizione con la sostituzione del motore.

Un propulsore, quello montato sulla SF90 #16, non aggiornato e dunque meno prestazionale, che tuttavia non ha impedito al 22enne di firmare il quarto crono assoluto in qualifica e precedere addirittura Lewis Hamilton.

Se guardo alla posizione ottenuta non posso essere soddisfatto, ma se guardo al distacco, ovvero un decimo dalla pole di Bottas, e considerato che ho dovuto saltare metà dell’FP1 e tutte le FP3 c’è del positivo in quanto fatto“, ha cercato di guardare al bicchiere mezzo pieno pur manifestando il proprio disappunto per il tempo perso in garage.

Le libere 3 sono l’unica sessione in cui simuliamo il GP. In ogni caso è difficile dire quanto ciò mi abbia svantaggiato. Forse non sarebbe cambiato nulla, ma di certo non è stato l’ideale”, ha  puntualizzato.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il pilota Ferrari ha quindi ammesso che come scuderia le attese erano ben altre alla luce dei risultati dei recenti turni di qualificazioni.

Il team si aspettava un po’ di più, quello è sicuro. Soprattutto dopo le prove libere, perché il feeling era molto buono. Ma a volte le cose vanno così. Le altre monoposto andavano decisamente forte“, ha aggiunto.  “Per quanto concerne la corsa non so dove potremo arrivare. Abbiamo apportato qualche cambiamento, tuttavia non so se sarà sufficiente per fare la differenza che c’era venerdì“, ha chiosato con cautela.

Chiara Rainis