Andrea Iannone cade dalla Aprilia nel Gran Premio della Malesia 2019 di MotoGP a Sepang (Foto MotoGP)
Andrea Iannone cade dalla Aprilia nel Gran Premio della Malesia 2019 di MotoGP a Sepang (Foto MotoGP)

MotoGP | Iannone, che disdetta: perde i punti per una scivolata (FOTOGALLERY)

Non sarà stata una corsa maiuscola come quella dell’ultimo Gran Premio in Australia, quando addirittura si era affacciato in testa per la prima volta nella storia della Aprilia. Eppure, anche in Malesia, Andrea Iannone stava lottando con le unghie e con i denti, come suo solito, ed era in buona posizione per togliersi delle altre soddisfazioni.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Stava infatti veleggiando in zona punti quando, purtroppo, è avvenuto il fattaccio: probabilmente a causa del surriscaldamento della gomma anteriore, avvenuto a causa del troppo tempo passato in scia ad altre moto, la RS-GP del Maniaco è finita per terra alla curva 9. Una caduta fortunatamente senza conseguenze per il pilota di Vasto, ma che ha comunque messo fine in anticipo alla sua corsa a Sepang.

“È stata una gara strana”, racconta Iannone. “Non avevo un brutto passo ma ero lento in velocità, e rimanendo molto tempo in scia le cose non sono migliorate. Hanno cominciato a salire le temperature, compresa quella della ruota anteriore, ed ho faticato fino alla scivolata. Dobbiamo lavorare ma sono sereno, mi farò trovare pronto quando riusciremo a fare un passo in avanti importante”.

Espargarò perde la top ten

Gara complicata anche quella del suo compagno di squadra Aleix Espargarò, che si era affacciato addirittura nelle prime dieci posizioni, prima di perdere terreno nella bagarre finale e chiudere solo tredicesimo. Il suo ritmo era dignitoso, ma lo spagnolo si è trovato in particolare difficoltà soprattutto nei sorpassi.

“Non posso essere contento di questa gara, soprattutto perché avevo un passo decisamente migliore della posizione finale”, ammette Espargarò. “Purtroppo i nostri limiti in accelerazione mi rendono molto difficile sorpassare, oggi ho perso tempo dietro a Bagnaia e nella lotta con Pol. Alla fine ho limitato i danni, anche a livello di distacco, ora prepariamo al meglio Valencia e la prossima stagione”.