Marc Marquez un attimo prima della caduta dalla sua Honda nelle qualifiche del Gran Premio della Malesia 2019 di MotoGP a Sepang (Foto MotoGP)
Marc Marquez un attimo prima della caduta dalla sua Honda nelle qualifiche del Gran Premio della Malesia 2019 di MotoGP a Sepang (Foto MotoGP)

MotoGP | Marc Marquez ancora dolorante: per lui nuovi esami prima della gara

“Sto bene, ma mi fa male tutto il corpo: è stata una bella botta”. Fortunatamente, Marc Marquez è uscito incolume dalla brutta caduta che lo ha visto protagonista nel corso delle qualifiche del Gran Premio della Malesia di MotoGP. Le analisi a cui è stato sottoposto al centro medico del circuito di Sepang hanno infatti escluso la presenza di fratture o di lesioni interne. Nulla di grave, insomma.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ciononostante, però, il Cabroncito manifesta molto dolore: e non potrebbe essere altrimenti, dopo un atterraggio così violento sull’asfalto, prima con il piede sinistro, poi con entrambe le ginocchia e infine con la parte anteriore del casco. La sua ennesima acrobazia in volo gli ha permesso di proteggere le parti più delicate del corpo: del resto a finire per terra Marquez ci è abituato e ha sviluppato un istinto che gli permette di minimizzare le conseguenze fisiche. Eppure stavolta il campione del mondo ha riportato contusioni alle ginocchia, ai gomiti e sente dolore in particolare ad entrambe le spalle.

Per Marquez contusioni e dolori

Una situazione che costringerà l’equipe medica del Motomondiale ad esaminarlo nuovamente domani mattina. Al momento si ritiene che il portacolori della Honda riuscirà a prendere il via della gara nel pomeriggio, ma la diagnosi del responsabile medico della MotoGP, il dottor Angel Charte, lascia spazio a qualche dubbio: “Marquez è in una fase di notevole dolore, perché ha riportato contusioni importanti”, ha raccontato ai microfoni di Sky Sport. “Ha impattato con l’asfalto con le due gambe, in particolare ha delle lesioni alle rotule e degli ematomi alle braccia. Gli abbiamo somministrato degli antidolorifici e abbiamo previsto una crioterapia. Domani mattina lo sottoporremo ad ulteriori esami per valutare come procedono le cure”.

In attesa di ricevere il nulla osta definitivo a correre da parte dei dottori, Marquez è ben consapevole che in ogni caso lo attenderà una corsa tutta in salita: la caduta lo ha infatti costretto ad accontentarsi dell’undicesima posizione sulla griglia di partenza, il suo risultato peggiore in qualifica dal 2015. E una rimonta, per giunta con il fisico indolenzito, sarebbe proprio un’impresa da otto volte iridato.