I meccanici della Ferrari spingono la vettura di Charles Leclerc ai box dopo lo stop durante le prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti 2019 di F1 ad Austin (Foto dal profilo ufficiale Twitter della F1)
I meccanici della Ferrari spingono la vettura di Charles Leclerc ai box dopo lo stop durante le prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti 2019 di F1 ad Austin (Foto dal profilo ufficiale Twitter della F1)

F1 | Leclerc, il sabato inizia male: motore Ferrari ko, ma niente penalità (FOTO)

Il sabato del Gran Premio degli Stati Uniti comincia nel peggiore dei modi per Charles Leclerc. Nei minuti iniziali della terza ed ultima sessione di prove libere, il Piccolo Principe è stato infatti costretto ad alzare bandiera bianca, parcheggiando la sua Ferrari a lato della pista di Austin nell’ultimo settore.

Il motivo del suo forfait è stato una perdita d’olio dal motore, che dapprima ha rallentato, poi ha bloccato completamente la sua SF90, mentre un’eloquente nuvola di fumo bianco emergeva dal suo retrotreno. La monoposto è stata recuperata e riportata nella corsia dei box senza necessità di interrompere il turno con la bandiera rossa, ma Leclerc, tornato invece nel garage a piedi, non ha potuto comunque riprendere la via della pista e dunque ha perso tempo utile per sperimentare soluzioni tecniche in vista delle qualifiche.

A quel punto la palla è passata ai meccanici della Ferrari, che sulla vettura di Leclerc hanno sostituito in tempo record il motore per consentirgli di prendere parte alle prove ufficiali, non montando però un propulsore nuovo, bensì uno già precedentemente utilizzato nel corso della stagione: in questo modo il giovane pilota monegasco ha evitato la penalità e il conseguente arretramento sulla griglia di partenza.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI