Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP, Valentino Rossi: una nuova strategia per l’assalto al podio

Valentino Rossi chiude il venerdì di Sepang al 5° posto e un gap di 7 decimi dal miglior tempo di Fabio Quartararo. Un buon risultato che ha i suoi lati negativi: tutti e tre i colleghi del marchio Yamaha erano più veloci del 40enne di Tavullia. “È stata una buona giornata, perché ero abbastanza competitivo, e soprattutto nel pomeriggio ho avuto un buon ritmo con le gomme medie”.

Qualcosa è migliorato in termini di grip al posteriore, ma resta il problema di fondo. “Siamo sempre preoccupati per l’usura dei pneumatici qui. Soffriamo sempre molto in questo settore. Ma oggi non sembrava così male. Questo è molto importante perché la gara su 20 giri sarà molto lunga. Dobbiamo continuare a impegnarci per prolungare la vita della gomma posteriore”.

Rossi ha cambiato il suo stile di guida nella seconda metà della stagione? “Quest’anno, lo stile di guida di tutti i migliori piloti è migliorato, è stato modificato”, ha ammesso la stella Yamaha. “Ciò era necessario con le nuove moto, l’elettronica migliorata e le gomme diverse. Devi guidare in modo diverso se vuoi capire il limite, devi frenare in modo diverso, ad esempio, devi usare il freno posteriore più forte. In generale, quando si guida veloce, è necessario prestare maggiore attenzione al fatto che la gomma posteriore non sia troppo sollecitata. Questo è il segreto e l’obiettivo più grande di tutti i migliori piloti”.

Valentino Rossi proverà a migliorare l’accelerazione con interventi sull’elettronica, ma resta da capire come risolvere il problema. “In generale, pensiamo di mettere a dura prova lo pneumatico durante l’accelerazione. Quando guido negli angoli ho meno problemi. Ma ora dobbiamo trovare un modo per migliorare, soprattutto per quanto riguarda le gomme posteriori. Siamo sempre molto preoccupati per il degrado delle gomme posteriori perché soffro sempre troppo… anche in altre piste sono stato forte venerdì”.