Andrea Iannone sulla Aprilia nelle prove libere del Gran Premio della Malesia 2019 di MotoGP a Sepang (Foto Aprilia)
Andrea Iannone sulla Aprilia nelle prove libere del Gran Premio della Malesia 2019 di MotoGP a Sepang (Foto Aprilia)

MotoGP | Iannone, l’exploit australiano è alle spalle: riecco i guai tecnici e una caduta

Dall’entusiasmo per il buon risultato in Australia al brusco ritorno alla realtà in Malesia. Andrea Iannone, che a Phillip Island era riuscito a portare la Aprilia per la prima volta in testa a un Gran Premio, a Sepang si ritrova invece di nuovo a fare i conti con le solite difficoltà della sua moto, e vive l’ennesimo venerdì di prove libere davvero complicato.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il lavoro nel suo box è stato rallentato da qualche problema tecnico, che non gli ha permesso di girare quanto avrebbe voluto, e lo ha costretto ad accontentarsi del diciottesimo posto finale. A peggiorare ulteriormente le cose è arrivata anche una scivolata, fortunatamente senza conseguenze fisiche, nella seconda sessione del pomeriggio. L’unico dato positivo arriva dal buon passo gara mostrato con gli pneumatici usati.

“Nel momento in cui sono scivolato, durante le FP2, stavo girando bene con gomme usate”, sottolinea infatti il Maniaco. “Purtroppo abbiamo perso del tempo nelle due sessioni a causa di qualche inconveniente tecnico, questo ci mette in una situazione di svantaggio in preparazione alla gara. Possiamo recuperare e ce la metteremo tutta, spero che domani sia una giornata meno complicata”.

Aprilia, Espargaro centra un giro veloce

Conferma invece il suo buon feeling con il giro secco il suo compagno di squadra Aleix Espargarò, che anche in Malesia riesce a staccare un buon tempo, il nono assoluto, e ad entrare dunque nelle prime dieci posizioni, garantendosi provvisoriamente l’accesso alla fase finale delle qualifiche.

“Nel complesso sono soddisfatto della prima giornata, mi sento bene in questa pista”, analizza il pilota spagnolo della Aprilia. “Nelle ultime gare siamo sempre stati competitivi, la RS-GP si sta comportando bene sotto tutti i punti di vista. Ci sono alcuni piloti con un passo nettamente migliore di tutti ma il resto della classifica è compatto. Possiamo migliorare il nostro giro veloce, oggi l’ho fatto con la media posteriore e credo di essere stato l’unico. Un buon segnale per la qualifica e per la gara”.