Andrea Dovizioso sulla Ducati nelle prove libere del Gran Premio della Malesia 2019 di MotoGP a Sepang (Foto Ducati)
Andrea Dovizioso sulla Ducati nelle prove libere del Gran Premio della Malesia 2019 di MotoGP a Sepang (Foto Ducati)

MotoGP | Ducati sorride, Dovizioso meglio del previsto: ha azzeccato le gomme

La Ducati può tirare un sospiro di sollievo al termine del venerdì di prove libere del Gran Premio della Malesia. Fino a ieri, infatti, Andrea Dovizioso si era detto piuttosto cauto riguardo alle sue possibilità sul circuito di Sepang: dove vinse per ben due occasioni (nel 2016, primo successo in rosso, e nel 2017), ma in entrambi i casi su asfalto bagnato, mentre in condizioni di asciutto qui la Desmosedici ha sempre faticato.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Eppure questa edizione 2019 della gara malese sembra riservare più soddisfazioni e competitività alla squadra di Borgo Panigale, almeno stando alle battute iniziali. Desmodovi ha infatti chiuso la seconda sessione del pomeriggio al secondo posto, terzo nella classifica generale di giornata, grazie ad una scelta di gomme in controtendenza rispetto agli avversari: la sua predilezione è caduta sulla mescola morbida all’anteriore invece della media.

L’azzardo sembra essere risultato azzeccato e avere pagato i suoi dividendi: il pilota di Forlì è infatti andato forte con relativa semplicità e ha tracciato un bilancio decisamente positivo. “Il circuito di Sepang è sempre affascinante, ma anche complicato a causa del gran caldo e del calo delle gomme che si verifica sempre su questo tracciato”, ha raccontato. “Nel pomeriggio abbiamo provato un set up diverso che ha dato dei risultati interessanti: non è molto facile da gestire ma mi ha permesso di essere più costante e veloce e quindi sono contento dei miglioramenti di oggi. Non basta ancora per pensare di poter lottare per la vittoria domenica, perché ci sono dei piloti messi meglio di noi, ma sono contento del lavoro che abbiamo fatto oggi e del mio feeling”.

Ducati, Petrucci ancora convalescente

Non altrettanto soddisfatto è il suo compagno di squadra Danilo Petrucci, alle prese con notevoli difficoltà in staccata, e che quando si è trattato di montare gli pneumatici nuovi per la simulazione di qualifica non è riuscito a migliorarsi in maniera sostanziale, chiudendo al tredicesimo posto e ultimo delle Ducati (anche i piloti satellite Jack Miller e Pecco Bagnaia gli sono stati davanti). Per lui, però, c’è l’attenuante di una condizione fisica ancora non ideale dopo la caduta al via della scorsa gara in Australia.

“Fisicamente non sono ancora al 100% dopo la caduta di Phillip Island, e in più oggi non sono riuscito a sfruttare appieno le gomme nuove”, spiega Petrux. “Sia questa mattina che oggi pomeriggio ho faticato molto e, anche se il mio passo non è male, non mi sento ancora a posto. Adesso dovremo cercare di capire cosa non ha funzionato oggi pomeriggio per risolvere i miei problemi e domani tornare a stare davanti”.