Andrea Dovizioso (Getty Images)
Andrea Dovizioso (Getty Images)

MotoGP | Dovizioso: “Divario con Marquez eccessivo, ecco cosa faremo”

Andrea Dovizioso pur disputando una stagione fatta di tanti alti e bassi è riuscito comunque a riconfermarsi alle spalle di Marc Marquez come vice-campione del mondo della MotoGP. Il rider italiano vuole provare a chiudere l’annata in bellezza provando a vincere un’altra gara.

Nella consueta conferenza stampa pre-weekend il rider italiano ha così affermato: “Non dobbiamo pensare alla posizione in Australia, ma il distacco. Alla fine stavo lottando con Bagnaia e potevo fare meglio, ma ho fatto un errore. Più che altro il distacco dal primo è aumentato ed è questo che conta. In questa stagione abbiamo avuto tanti alti e bassi, ma alla fine stiamo chiudendo in seconda posizione e dobbiamo essere soddisfatti. Certo il distacco da Marc è ampio, ma lo è per tutti. In questo momento è complicato pensare a un modo per fermare Marc”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Dovi: “Sepang non si presta alle nostre caratteristiche”

Andrea Dovizioso ha poi proseguito: “In Malesia non è una gara che si presta molto alla nostra moto. Non è facile capire, non abbiamo la stessa velocità di un anno fa, soprattutto a inizio gara con le gomme nuove. Questo ci porta ad avere delle difficoltà. Nelle gare sono riuscito a gestire bene certe situazioni, ma evidentemente non è abbastanza”.

Il pilota italiano ha poi spiegato le misure che vuole adottare con Ducati per battere Marquez: “Tutti lavoriamo sempre al 100% indipendentemente dai risultati. Questo facciamo e questo continueremo a fare. Il divario è impressionante con Marc, eccessivo quasi. Certo tutto è possibile, negli ultimi anni lo abbiamo visto. Ogni anno fa storia a sé. Io so cosa vorrei che fosse diverso, ma riuscirci è dura. Tutti ci provano, ma non sta solo lì il punto. Ogni gara è il risultato del lavoro di tantissime persone”.

Infine Dovizioso ha così concluso: “Io penso che Danilo ci proverà fino in fondo a prendere il terzo posto, ma attualmente le Yamaha hanno una marcia in più. Se devo fare un nome di chi arriva terzo dico Maverick, ma è chiaro che vorrei fosse Petrucci“.

Antonio Russo