Ubriaco al volante, ma non aveva bevuto: la giustificazione è incredibile

0
6014
Ubriaco al volante
Alcol test (foto dal web) 

Ubriaco al volante, la polizia lo ferma ma lui dichiara di non aver bevuto: una storia pazzesca, ecco cos’è successo

Fermato dalla polizia, un uomo della Carolina del Nord è stato accusato di guida in stato di ebbrezza. Si è difeso però, contro tutte le prove, dichiarando di non aver toccato neanche un bicchiere. Aveva ragione lui. E’ la storia incredibile di un 40enne americano, che, rifiutandosi di essere sottoposto all’alcol test, è stato portato in ospedale dove gli è stato trovato un livello di alcol nel sangue di 0,2%. Un livello elevatissimo, di due volte e mezzo circa il limite legale. Nemmeno i medici credevano alla sua versione, poi hanno fatto una scoperta sorprendente. L’uomo diceva la verità e non aveva assunto birre o cocktail. Nel suo intestino, è stato trovato un lievito che convertiva il cibo ingerito in alcol. Il suo organismo cioè produceva autonomamente birra, una scoperta incredibile che ha portato alla diagnosi rarissima di auto-brewery sindrome, cioè della fermentazione intestinale. I ricercatori hanno pubblicato i risultati sul BMJ Open Gastroenterology. La causa risiedeva negli antibiotici assunti alcuni anni prima dall’uomo per curare un’infezione al pollice, causando una alterazione della flora intestinale che aveva portato alla crescita del fungo. Per un anno e mezzo l’uomo è stato sottoposto a trattamenti probiotici per eliminare il fungo, con un regime alimentare molto rigido per limitare l’assunzione di carboidrati e zuccheri, ma alla fine ha risolto il suo problema.