Omicidio Luca Sacchi: ritrovato lo zaino della fidanzata sul Gra

Luca Sacchi
Luca Sacchi (foto dal web)

Gli inquirenti hanno ritrovato lo zaino della fidanzata di Luca Sacchi, il ragazzo ferito a morte a Roma con un colpo di pistola alla testa.

Prosegue il lavoro degli inquirenti per ricostruire l’omicidio di Luca Sacchi, il personal trainer 25enne ucciso nella serata di mercoledì scorso a Roma da un colpo di pistola alla testa. Gli investigatori hanno ritrovato lo zaino della fidanzata della vittima, Anastasiya Kylemnyk, abbandonato tra le sterpaglie nei pressi del Grande Raccordo Anulare, all’altezza dello svincolo di Tor Bella Monaca. Decisivo per ritrovare lo zaino è stato il racconto di uno dei due ragazzi arrestati per l’omicidio, Valerio Del Grosso.

Omicidio Luca Sacchi: ritrovato lo zaino della fidanzata Anastasiya

È stato ritrovato lo zaino di Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma mercoledì scorso con un colpo di pistola alla testa esploso da due malviventi. Lo zaino di Anastasiya è stato rinvenuto, come riportato dalla redazione di Leggo, tra le sterpaglie ai margini del Grande Raccordo Anulare, all’altezza dello svincolo di Tor Bella Monaca. Ad indicare il luogo è stato Valerio Grosso, uno dei due ragazzi arrestati ed attualmente in carcere per l’omicidio del giovane personal trainer. Nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dei due, come riporta Leggo, il gip Corrado Cappiello ha scritto che prima dello zaino gli inquirenti avevano rinvenuto altri oggetti utili per le indagini: un portatessere e un portafogli da donna con la patente di Anastasiya ed un guanto in lattice blu annodato con un bossolo dentro nascosto in un tombino. Tutti gli oggetti erano stati ritrovati nella zona di Casal Monastero, dove risiedono i due giovani indagati Paolo Pirino e Valerio Del Grosso. Nei pressi del Grande Raccordo Anulare, poche ore prima dello zaino, era stata ritrovata una mazza da baseball nera in metallo che potrebbe essere stata utilizzata dai due aggressori per colpire Anastasiya. Rimane adesso da chiarire il mistero sul contenuto dello zaino dentro il quale si è detto potesse esserci una consistente cifra di denaro (tra i 2 ed i 20mila euro) che la fidanzata della vittima custodiva per acquistare della droga, circostanza negata dalla stessa Anastasiya.

Leggi anche —> Omicidio Luca Sacchi: “Non è la storia di due poveri ragazzi scippati”