Mario Biondo
Mario Biondo e la moglie FONTE FOTO Facebook 

Mario Biondo, la madre non ci sta: per la donna non è stato un suicidio quello del figlio, ma un omicidio

Anche dopo i risultati della terza autopsia, Santina D’Alessandro, madre di Mario Biondo, non si arrende. L’uomo aveva 30 anni nel 2013 quando è stato trovato morto a Madrid, impiccato, nell’appartamento con cui viveva con la moglie Raquel. “Mio figlio non era depresso – spiega – Non si è suicidato, è un omicidio e riusciremo a dimostrarlo. La nostra è una battaglia per ottenere giustizia”. La terza autopsia, disposta dalla Procura di Palermo, ha confermato la tesi del suicidio, da sempre sostenuta dalle autorità spagnole, ma la famiglia di Mario non ci ha mai creduto e insiste nel voler provare che è stato in realtà ucciso. “Presenteremo una relazione per contestare la terza autopsia – dice la madre – Si afferma con un colpo ricevuto da Mario alla tempia non gli abbia fatto perdere i sensi. Invece dopo essere stato colpito, secondo noi è stato strangolato ed è stato simulato il suicidio. La posizione del corpo è però innaturale (Mario aveva i talloni appoggiati al pavimento), non può essere”. Altra tesi della famiglia è che Mario possa aver scoperto la sera prima della sua morte “qualcosa di molto grave” sul conto della moglie Raquel, popolare conduttrice di Telecinco.