FCA-Peugeot, possibile fusione da 50 miliardi

0
137

FCA

FCA-Peugeot, possibile fusione da 50 miliardi

Secondo quanto scrive il Wall Street Journal FCA e Peugeot starebbero trattando una fusione che potrebbe dar vita al terzo gigante automobilistico al mondo dopo Volkswagen e Toyota per un valore di 50 miliardi di dollari.

La scorsa primavera FCA aveva avviato dei colloqui con Renault, ma le trattative si interruppero bruscamente all’inizio di giugno. L’amministratore delegato di Peugeot, Carlos Tavares, aveva affermato qualche settimana prima di prima di essere “aperto a qualsiasi opportunità che potesse presentarsi”, anche se allora non erano in corso discussioni. “Tutto è aperto, si può sognare di tutto”, aveva detto a marzo al Motor Show di Ginevra.

Nel 2018 Psa ha realizzato un fatturato di 74 miliardi di euro e Fca 110 miliardi. Sul mercato azionario, il gruppo francese capitalizza 22 miliardi di euro rispetto ai 18 miliardi dell’italo-americano. Insieme le due case vendono nel mondo 8,7 milioni di auto.  La fusione dei due gruppi riunirebbe i marchi Alfa Romeo, Chrysler, Citroen, Dodge, DS, Jeep, Lancia, Maserati, Opel, Peugeot e Vauxhall.

Secondo il Wall Street Journal le due parti stanno discutendo è una fusione a parti uguali. Nel nuovo colosso automobilistico, l’amministratore delegato di Peugeot, Carlos Tavares, diventerebbe il ceo mentre John Elkann, presidente della Fca, assumerebbe lo stesso ruolo nella nuova società. “Non commentiamo le voci di mercato”. Così all’Afp un portavoce della casa automobilistica francese ha risposto alle prime voci sul dialogo tra Fca e Psa Group, il proprietario dei marchi Peugeot e Citroen. Un “No comment” arrivato anche da parte di Fca.