Sabrina Paravicini tumore
Sabrina Paravicini FOTO instagram

L’attrice Sabrina Paravicini sta lottando contro il tumore, ed a distanza di circa due mesi dall’operazione confessa che non mancano i momenti difficili.

Sono trascorsi quasi due mesi dall’operazione alla quale Sabrina Paravicini si è sottoposta per colpa del cancro al seno che l’ha colpita nel 2018. La dolce attrice lombarda originaria di Morbegno, in provincia di Sondrio, tiene costantemente informati i propri ammiratori sui suoi canali social personali. In queste sette settimane ci sono stati diversi progressi, la battaglia non è ancora finita ma le forze per andare avanti ci sono e la fiducia è alta. Merito anche delle persone che a Sabrina Vicina sono molto vicine, come suo figlio Nino. “Lui merita una mamma presente e forte”, scrive lei su Instagram. “Intanto a livello fisico sono in recupero. Sono al 90% ritrovato in quanto a mobilità e riesco ad alzare il braccio. Eppure pensavo che non ci sarei mai più riuscita. Ma si va avanti, con fatica e costanza”.

LEGGI ANCHE –> Emma Marrone imita Belen | “È Di Martino o De Martino?” | VIDEO

Sabrina Paravicini tumore: “Devo lottare per mio figlio”

La Paravicini ammette anche che non mancano momenti difficili a livello di umore. “Sensazioni contrastanti mi danno idee diverse ed i sentimenti cambiano cento volte al giorno. A livello psicologico è difficile, ma ora mi sento di non chiedere aiuto e tento di gestirmi da sola. Ce la posso fare, non è facile ma ce la posso fare. Sto allenando la mia mente a non cedere a pensieri intrusivi che potrebbero scatenare tristezza e rabbia. Mi sto inventando un metodo. Lo faccio per me e soprattutto per Nino: si merita una mamma presente, forte e gentilissima. Vi abbraccio per 30 secondi! E con tutte e due le braccia”.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Luca Sacchi | la fidanzata smentita dalle telecamere di sicurezza

 

Visualizza questo post su Instagram

 

SETTE SETTIMANE Sette settimane dopo l’intervento. Riesco ad alzare il braccio. Ho recuperato per ora quasi il 90% della mobilità. L’edema è sparito. La fisioterapia e il linfodrenaggio funzionano. Otto settimane fa pensavo che non avrei più mosso il braccio. Invece di va avanti. Con fatica, con costanza e gestendo le emozioni contrastanti che fanno cambiare umore cento volte al giorno. Psicologicamente è difficile, ma per ora mi sento di non chiedere aiuto. Provo a gestire da sola. Mi metto in ascolto di tutto quello che succede. Non è facile ma ce la posso fare. La mente è fondamentale per corpo e spirito. Sto allenando la mia mente a non cedere a pensieri intrusivi che potrebbero scatenare tristezza e rabbia. Mi sto inventando un metodo. Lo faccio per me e soprattutto per Nino: si merita una mamma presente, forte e gentilissima. Vi abbraccio per 30 secondi! Con tutte e due le braccia 😬😃 #finoaquituttobene

Un post condiviso da Mother Actress Director 🌹📺 (@sabrina_paravicini_official) in data: