omicidio Luca Sacchi
omicidio Luca Sacchi quanto dichiarato dalla fidanzata desta sospetti FOTO tuttomotoriweb

Nell’omicidio Luca Sacchi diverse cose non tornano. Le dichiarazioni fornite dalla fidanzata della vittima mostrano evidenti incongruenze con le riprese delle telecamere di sicurezza.

Nell’ambito delle indagini relative all’omicidio Luca Sacchi desta sempre più sospetti Anastasia Kylemnyk, la fidanzata 25enne del ragazzo ucciso la sera del 23 ottobre a Roma. Infatti la versione fornita da quest’ultima durante il primo interrogatorio e quanto estrapolato dalle riprese delle telecamere di sicurezza installate in zona non sembrano coincidere. Per questo motivo appare probabile che l’ucraina venga di nuovo ascoltata a breve da parte degli inquirenti. Nello specifico la cosa è dimostrata dal filmato di una camera di un negozio di tatuaggi, che smentisce la versione di Anastasia. Lei aveva parlato di una aggressione ai suoi danni da parte di Paolo Pirino e Valerio Del Grosso attuata con una mazza di baseball. Luca Sacchi avrebbe reagito al tentativo di rapina e Del Grosso avrebbe poi esploso il colpi di pistola fatale che ha ucciso il 24enne.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Luca Sacchi | si aggrava la posizione della fidanzata: “Mente”

Omicidio Luca Sacchi, la versione della fidanzata non coincide con le riprese delle telecamere

Ma ci sono delle inongruenze che lei stessa dovrà spiegare. In realtà, a omicidio di Luca Sacchi avvenuto, lei non sarebbe stata vicino a Luca. Poi ha sempre negato che gli oltre duemila euro che portava nel suo zainetto rosa, in tagli da 20 e 50 euro, servissero per acquistare della droga. Allora come mai andare in giro a notte tarda in un quartiere non proprio tranquillo (in zona ci sono stati alcuni episodi violenti legati allo spaccio di stupefacenti) con tutti quei soldi addosso? Pare ci sia anche la possibilità che la ragazza finisca nel registro degli indagati. Sempre le telecamere riportano una dinamica assai più breve rispetto a quanto dichiarato. Anastasia ha parlato di aggressione, colluttazione e sparo durante la rapina. Invece le riprese mostrerebbero che tutto sarebbe avvenuto in un solo minuto, troppo poco per riscontrare tutte queste azioni assieme.

LEGGI ANCHE –> Emma Marrone imita Belen | “È Di Martino o De Martino?” | VIDEO

“Non ho notato ferite alla testa di Anastasia”

Vengono ripresi anche Pirino e Del Grosso che fuggono a bordo della Smart bianca di proprietà del primo. Gli inquirenti sospettano che Luca Sacchi sia stato ucciso come se si fosse trattato di una esecuzione. Inoltre, sempre tornando ad Anastasia, il suo ricovero in ospedale è avvenuto solamente due ore dopo l’accaduto, con “shock e riferito trauma”. Ma la relativa visita medica non avrebbe portato a conseguenze gravi. Anzi, il titolare del negozio di tatuaggi, il cui esercizio era ancora aperto a quell’ora, avrebbe riferito di non avere notato ferite alla testa. “La giovane è rimasta a lungo nel mio negozio per lavarsi le mani sporche di sangue (aveva soccorso Luca, n.d.r.), ma non ho visto lesioni al suo capo”.