Nissan, arriva la Leaf con doppi motori elettrici

0
57
(Image by Motor1)

Le odierne berline hanno motori a combustione a tre, quattro o cinque cilindri, come la Ford Fiesta ST, la VW Golf R e l’Audi RS3, rispettivamente.

Tutto ciò un giorno cambierà, poiché alla fine prevarranno i veicoli elettrici e le case automobilistiche ci stanno già dando segni di ciò che verrà in termini di piccole auto ad alte prestazioni senza ICE.

Già nel marzo 2017, Renault aveva introdotto l’eccitante concept di Zoe E-Sport con una potenza di 460 cavalli e 640 Newton-metri di coppia. Poco dopo la sua rivelazione, l’azienda aveva detto che avrebbero potuto costruire il concept con doppi motori elettrici, e un recente rapporto indica che una Zoe RS elettrica potrebbe sostituire la Clio RS.

Grazie ad una coppia di motori elettrici – uno per asse – l’EV offre una potenza combinata di 304 CV e 680 Nm. Con un motore elettrico che alimenta le ruote anteriori e l’altro che aziona quelle posteriori, significa che il veicolo sperimentale beneficia di una disposizione a trazione integrale.

(Image by Motor1)

I dettagli delle prestazioni non sono stati resi noti, ma Nissan afferma che la configurazione a doppio motore consente alla Leaf di fornire “un’accelerazione altamente reattiva ma non uniforme“. Va da sé che è più veloce della Leaf e+ standard, che offre 214 CV e 340 Nm per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,9 secondi.

Guida su ruote forgiate Volk Racing da 17 pollici con pneumatici anteriori 215/55 e posteriori 235/50, alloggiati in arcate più larghe grazie a una serie di paraurti. Le dimensioni fisiche della EV sono state leggermente modificate in quanto è leggermente più corta, più larga e più bassa. Nissan ha anche apportato alcune modifiche all’interno, dove la console centrale è dominata da un massiccio display da 12,3 pollici che fornisce informazioni in tempo reale sulla vettura.

Anche se la sportiva Leaf non è in produzione, dimostra che Nissan è in grado di sviluppare un’auto elettrica ad alte prestazioni e ci prepara anche per una “EV di nuova generazione che sarà una vera svolta”.