MotoGP, Vinales: “Avevo una strategia. Difficile capire la caduta”

vinales marquez
Maverick Vinales e Marc Marquez (Getty Images)

Maverick Vinales ha dato tutto, ma all’ultimo giro nel tentativo di provare un attacco a Marc Marquez è caduto e si è dovuto ritirare. Un peccato che la sua gara MotoGP a Phillip Island si sia conclusa in questo modo.

Il pilota del team Monster Energy Yamaha aveva conquistato una fantastica pole position dando oltre mezzo secondo a Fabio Quartararo e a tutti gli altri. Era il favorito per la vittoria ed è stato in testa per la maggior parte della corsa, però il rivale lo ha studiato stando dietro e sul rettilineo lo ha fulminato. Aveva ancora una chance di passare alla 10, però purtroppo è caduto.

MotoGP, Australia 2019: i commenti di Vinales

Vinales al termine della gara si è concesso ai microfoni di Sky Sport MotoGP per commentare quanto successo oggi: «Ho fatto il massimo, alla fine ho provato ad avere un’opportunità e sapevo che sul rettilineo non c’era niente da fare. Ho preparato bene il terzo settore, ma quando ho scalato una marcia la moto mi ha buttato giù ed è difficile da capire. Forse ho fatto qualcosa sbagliando. Comunque sono contento, questa gara ci lascia tanta speranza per il futuro».

Gli viene domandato della sua strategia con Marquez, se fosse possibile lasciarlo davanti per poi studiare meglio il sorpasso: «Non volevo lasciarlo passare, perché poi non sapevo dove superarlo. Era importante preparare il settore 3 per attaccare, ho fatto così e ci ho provato. E’ andata male, ma sono contento perché il team ha fatto un bel lavoro in questo weekend».

Il pilota del team Monster Energy Yamaha lascia l’Australia col sorriso nonostante un ritiro finale che ha rovinato il suo GP: «Dobbiamo migliorare un po’ tutto. Anche oggi la partenza è stata difficile e non so perché, mi hanno superato in tanti e serve progredire. Comunque ho visto delle cose molto positive sulla nostra Yamaha e anche nelle moto rivali».