Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone: “Voglio regalare altre emozioni”

Andrea Iannone mette a segno la sua miglior prestazione stagionale in sella all’Aprilia. Il pilota di Vasto ricorda di che pasta è fatto andando a conquistare una sesta piazza, dopo aver lottato con il gruppo di testa per diversi giri. Al terzo giro, The Maniac si è anche preso la soddisfazione di passare Marquez e poi Crutchlow per andare a condurre al primo posto. Partito con la mescola soft al posteriore, ha poi dovuto fare i conti con il naturale calo della gomma.

Alla fine Andrea ha colto un bel sesto posto finendo in scia a soli 7.8 decimi dal podio. “E’ stata una gara positiva per noi ma abbiamo lavorato bene durante tutto il weekend, ho subito avuto un buon feeling e ho capito dal primo turno di prove che sarebbe stata una buona occasione per noi. Ovviamente tanti dettagli ci hanno aiutato, a partire dalle caratteristiche di questa pista e peccato per un contatto nel finale, ho perso una ala e la moto non era più perfettamente bilanciata. Ma è stato emozionante portare l’Aprilia lì davanti, di questo voglio ringraziare tutti i ragazzi che qui e a Noale stanno lavorando al massimo e il Presidente che ci sostiene nella nostra crescita. Mi auguro di poter regalare loro altre soddisfazioni, è solo la mia prima stagione in Aprilia e non è stata delle più semplici ma non sono mai mancati determinazione e impegno”.

Aleix Espargarò ha chiuso al decimo posto, regalando ad Aprilia il miglior piazzamento nella storia della MotoGP che mai aveva visto due RS-GP così in alto e così vicine al podio. “Questa per noi è una pista speciale, diversa dagli altri circuiti, e mi sono divertito fin da subito. Siamo rimasti sempre agganciati al gruppo dei migliori che lottavano per il podio, in una gara divertente con molti sorpassi. Sembrava la Moto3, ma con moto molto più veloci e pesanti! Per essere ancora più competitivo mi è mancato avere più aderenza al posteriore e così non sono riuscito a guidare proprio come mi aspettavo dovendo recuperare tanto in frenata”.