Carcere
(Getty Images)

Alejandro Meran, il killer della sparatoria nella Questura di Trieste, durante la quale sono morti due poliziotti, ha ferito un agente di polizia penitenziaria in carcere.

Alejandro Augusto Stephan Meran, il killer che ha ucciso due poliziotti all’interno della Questura di Trieste lo scorso 4 ottobre, ha ferito un agente di polizia penitenziaria nel carcere di via Coroneo. Secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione de Il Giornale, Meran mentre faceva la doccia sarebbe andato in escandescenza ed avrebbe cercato di lanciare una lavatrice contro gli agenti della polizia penitenziaria che erano intervenuti per calmarlo. Il 29enne è stato bloccato ed immobilizzato ed una guardia del carcere è rimasta lievemente ferita.

Il killer dei due poliziotti della Questura di Trieste ferisce un agente di polizia penitenziaria in carcere

Nella giornata di venerdì 25 ottobre, Alejandro Augusto Stephan Meran, l’uomo di 29 anni che lo scorso 4 ottobre aveva ucciso a colpi di pistola gli agenti di polizia Matteo Demenego e Pierluigi Rotta all’interno della Questura di Trieste, è stato al centro di un nuovo episodio di cronaca. Il 29enne, rinchiuso nel carcere di via Coroneo, secondo quanto riportato dalla redazione del al giornale radio del Friuli Venezia Giulia e da Il Giornale, mentre faceva la doccia sarebbe andato in escandescenza ed avrebbe cercato di lanciare una lavatrice contro gli agenti di polizia penitenziaria. Le guardie intervenute immediatamente per calmarlo lo hanno bloccato ed immobilizzato, ma durante l’intervento un agente è rimasto lievemente ferito ed è stato portato al pronto soccorso, dove è stato medicato per alcune contusioni riportate nella colluttazione. L’episodio, come riporta Il Giornale, è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Trieste e Meran è stato denunciato per danneggiamento aggravato per aver distrutto dei suppellettili della casa circondariale. Il 29enne di origini domenicane a metà novembre dovrebbe essere sottoposto ad una consulenza psichiatrica per stabilire se, al momento della sparatoria dello scorso 4 ottobre, fosse pienamente capace di intendere e di volere. In merito è emerso, come riporta Il Giornale, che nel 2018 Meran sarebbe stato sottoposto ad un ricovero psichiatrico dopo aver sfondato con un’automobile la recinzione dell’aeroporto di Monaco di Baviera.

Leggi anche —> Dramma all’interno di una caserma, carabiniere si suicida: “Almeno un caso a settimana, una strage”