Verstappen shock: “Non ho voluto rallentare malgrado l’incidente”

0
2344

F1 | Verstappen shock: “Non ho voluto rallentare malgrado l’incidente”

Quando lo ha dichiarato in conferenza stampa, in sala è calato il gelo. Max Verstappen si è allegramente disinteressato dello spettacolare botto che ha visto protagonista Valtteri Bottas al termine delle qualifiche e neppure se ne è pentito.

Incalzato dai media che non si capacitavano della sua supponenza nel raccontare l’infrazione, ovvero il mancato rallentato nonostante le bandiere gialle che lo impongono, lui ha risposto facendo spallucce, sostenendo inoltre di essere un pilota di F1.

Mi sono accorto dell’incidente, ma non ho alzato il piede“, ha confermato dall’alto della pole position conquistata con il crono di 1’14″758. “Conosciamo tutti il significato della yellow flag, tuttavia siamo altrettanto consapevoli di ciò che facciamo, altrimenti non saremmo nel Circus“, ha poi replicato a chi lo incalzava sulla scorrettezza e pericolosità della sua manovra. “Quando si è un qualifica si cerca di dare il massimo. Se vogliono (ndr. il riferimento ovviamente è ai commissari) mi cancellino pure il tempo“.

Al momento comunque gli steward non hanno aperto alcun caso, quindi con ogni probabilità si concluderà a tarallucci e vino con l’olandese della Red Bull, domenica pronto a scattare dal palo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Episodio moralmente al limite a parte, il #33 è passato ad analizzare il suo sabato: “Sapevamo che le Ferrari erano molto veloci in rettilineo, di conseguenza essere stato capace di conquistare la prima piazza qui, è un qualcosa per la quale posso soltanto ringraziare la squadra. I ragazzi non hanno mai mollato, hanno continuato a spingere,  portato nuovi pezzi ed oggi abbiamo dimostrato di essere i più forti”.

A questo proposito l’olandese ha fornito la sua particolare ricetta per concretizzare l’obiettivo sperato ma difficile da predire: “Ho dato sempre il 100% cercando il bilanciamento ottimale e in seguito nel Q3 ho messo tutto assieme“.

Infine, con uno sguardo alla gara, ha chiosato: “Dispongo di un’auto competitiva, per cui anche qualora dovessi essere superato sul dritto avrò le mie chance“.

Chiara Rainis