Bambine morte | madre adottiva le chiude apposta in auto sotto al sole

0
344
bambine morte
Due bambine morte per colpa di una grave distrazione della loro mamma FOTO tuttomotoriweb

Una donna lascia le proprie figlie in realtà adottate in auto sotto al sole cocente. Bambine morte, lei avrebbe agito consapevolmente per divertirsi.

Due bambine morte a causa della gravissima mancanza di responsabilità della madre. La tragedia è successa come già si è visto altre volte in passato. Ovvero con le piccole tenute al chiuso in un’auto esposta al sole cocente. Sotto accusa è finita ora Claudette Foster, che delle due bambine morte era in realtà la madre adottiva. Le piccole erano gemelline e si chiamavano Raelynn e Payton Keyes, ed avevano appena 3 anni. La tragedia è avvenuta a Hinesville, nello stato americano della Georgia. Nonostante siamo a fine ottobre, da quelle parti le temperature stanno tenendo una media tipica della stagione estiva. E per le due sfortunate bimbe la temperatura raggiunta nell’abitacolo è stata di ben 50 gradi. Troppo affinché il loro esile fisico potesse sopportare tutto ciò. Il caldo eccessivo ha finito con l’uccidere entrambe, dopo ore ed ore passate al chiuso di quella che era diventata una prigione.

LEGGI ANCHE –> Bambino malato, il papà raccoglie fondi online ma li spende in festini

Bambine morte, la mamma adottiva avrebbe agito consapevolmente

Per la loro mamma adottiva c’è da rispondere dell’accusa di omicidio, presumibilmente non colposo ma addirittura volontario. Infatti ci sono diverse aggravanti. La donna avrebbe infatti lasciato le piccole chiuse in macchina per andare dal suo fidanzato. La vettura era parcheggiata proprio sotto casa dell’uomo. A quanto pare poi la scelta di lasciare lì le bambine sarebbe stata volontaria, in quanto la donna non desiderava averle attorno. Questo allo scopo di concedersi un pò di intimità. Sono stati alcuni parenti della irresponsabile Claudette Foster a lanciare l’allarme, fino a quando non è avvenuto il ritrovamento. Le gemelline erano state date in affido in quanto la loro famiglia d’origine non era in grado di badare a loro, secondo quanto stabilito da un giudice.

LEGGI ANCHE –> Ambra Francesco Renga, emerge il motivo della rottura dopo 4 anni – FOTO