Salute, la prima causa di morte: il rischio sottovalutato dagli italiani

0
1766
prima causa di morte
(foto dal web) 

Ecco la prima causa di morte, i pazienti italiani però sottovalutano il rischio e non si curano adeguatamente: indagine preoccupante

Secondo gli studi clinici condotti, le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte. Ma gli italiani, secondo ulteriori indagini, non se ne curano a sufficienza. In 3 su 10, infatti, non assumono i farmaci prescritti o lo fanno soltanto in maniera saltuaria. Più della metà, addirittura, non cambia stile di vita e dunque continua ad essere fortemente a rischio. I risultati di tali studi sono stati commentati nel corso di un incontro svoltosi a Roma presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati. E’ stata dunque presentata una lettera aperta al Commissario Europeo per la salute, Stella Kyriakides, a firma dello European Heart Network e della European Society of Cardiology, per sviluppare un urgente piano d’azione in merito. Le malattie cardiovascolari infatti, anche a livello istituzionale, ricevono poca attenzione e pochi fondi per la ricerca. “In Europa ben 49 milioni di persone vivono con una patologia cardio-cerebro-vascolare. Più di 1,8 milioni l’anno muoiono – spiega Emanuela Folco, Presidente della Fondazione Italiana per il Cuore – Bisogna aumentare l’informazione e la consapevolezza sul rischio delle malattie cardiovascolari”. Per farlo, serve capire come e dove i pazienti italiani cercano informazioni e rimedi sulla propria salute. Oltre al proprio medico di base, manco a dirlo, il canale privilegiato è il web. “A marzo dell’anno prossimo presenteremo l’indagine ‘Il cuore batte nel web’ – dichiara ancora Emanuela Folco – In questo modo potremo attuare migliori campagne di sensibilizzazione per la popolazione”.