Sebastian Vettel e Lewis Hamilton (Getty Images)

F1 | Vettel: “Il post di Hamilton? Non sono un suo follower”

Il tema principale attorno cui ha ruotato la conferenza stampa di questo giovedì a Città del Messico è stato l’ormai noto messaggio pubblicato su Instagram da Lewis Hamilton a proposito del suo desiderio di “mollare tutto” scoraggiato dalla deriva distruttiva del mondo.

Interrogato sulla questione Sebastian Vettel è rimasto sul vago: “Personalmente non seguo Ham sui social e neppure sono attivo su quelle piattaforme, ma è evidente che tutti possiamo fare qualcosa e contribuire a cambiare il pianeta“.

Qui i partiti non centrano nulla, ma è certo che la politica finora ha fallito“, ha proseguito in un certo senso solidale con il disappunto del collega. “La speranza è che nell’avvenire si riescano a risolvere le problematiche e cosa essenziale è che ci si impegni a non ignorarli, ma ad abbracciarli ed affrontarli”.

Passando allo sport e tornando invece con la mente a due settimane fa a Suzuka quando la falsa partenza ha reso vana la pole position conquistata, Seb ha affermato: “Purtroppo non ero neppure riuscito a godermela perché tutto si è disputato alla domenica. Ad ogni modo è sicuro che la corsa poteva andare meglio. Ora per il Messico non mi sento di fare previsioni. Non so se riusciremo a vincere. A beneficio della SF90 ci sono dei rettilinei lunghi, ma anche delle curve dove l’efficienza, nostro punto forte, gioca un ruolo fondamentale“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Alla luce delle caratteristiche del tracciato il driver di Heppenheim ha voluto comunque guardare con positività al weekend  che prenderà l’avvio fra poche ore. “Dovremo trovare l’assetto ottimale e implementare la maneggevolezza dell’auto“, ha snocciolato. “Anche la gestione delle gomme sarà fondamentale, in ogni caso sono ottimista perché credo nel pacchetto che abbiamo a disposizione“, ha concluso l’attuale quinto della generale conduttori con 212 punti a pari-merito con Max Verstappen.

Chiara Rainis