Jorge Lorenzo
Getty Images

MotoGP Australia, Jorge Lorenzo chiarisce il suo futuro

Jorge Lorenzo si ritrova ancora una volta a rimandare al mittente le voci di un possibile addio alle corse. Il pilota della Repsol Honda ha negato di voler rescindere il contratto anzitempo, nonostante abbia  collezionato solo quattro punti in cinque gare dal suo ritorno a Silverstone.

A Motegi ha concluso al 17° posto a 40″ dal vincitore Marc Marquez, l’ennesimo risultato deludente che lascia adito alle voci di una possibile sostituzione con Johann Zarco nel 2020. Ma Jorge Lorenzo definisce le voci sono rumours: “Sono così sorpreso. Mi è stato detto che c’erano voci sui social. Oggi le voci arrivano da ogni parte – dalle chat, da Internet, dalle conversazioni nel paddock. Ma devi sempre capire se queste voci sono vere o no. Ovviamente in questo caso non sono vere, è solo una gara normale. Devo cercare di migliorare le mie prestazioni e il mio stile di guida in pista”.

Alla luce dei magri risultati e del 19° posto in Coppa del Mondo, il maiorchino con la testa è già nel 2020? “No, la mia testa è in questa intervista e quando avrò finito con quella successiva. Quindi è tempo di prepararsi per venerdì e andare in pista. Vivo il momento e cerco di fare il meglio che posso in ogni momento in cui vivo”, ha spiegato nel giovedì di Phillip Island. “Per me questo è sempre stato un circuito speciale che non ha nulla a che fare con le altre piste: veloce, stretto e ventoso. Ciò richiede uno stile di guida completamente diverso da tutti”, ha aggiunto il cinque volte campione del mondo. “Non ho aspettative così alte, voglio solo vedere che tempo fa venerdì. Oggi sembra perfetto, ma domani potrebbe essere diverso. Dobbiamo vedere come funziona tutto – ha concluso il pilota della Repsol Honda -, il mio stile di guida con la moto e le gomme”.