mamma pantani

La mamma di Marco Pantani lancia un appello disperato al pusher che vendeva cocaina al Pirata: “lotto da anni, dammi una mano”.

Tonina, la mamma di Marco Pantani, in questi anni non si è mai arresa continuando a lottare per scoprire la verità sulla morte del figlio, trovato senza vita il 14 febbraio 2004 a Rimini, per intossicazione acuta da cocaina e psicofarmaci antidepressivi, con conseguente edema polmonare e cerebrale.

L’appello della mamma di Marco Pantani al pusher: “dammi una mano”

Sono passati anni dalla morte di Marco Pantani, ma mamma Tonina è sicura che la verità non sia venuta ancora tutta a galla. La signora chiede così aiuto per scoprire effettivamente cosa sia accaduto a suo figlio. Nella puntata de Le Iene, in onda oggi, giovedì 24 ottobre, in prima serata su Italia 1, la mamma del Pirata rivolgerà un appello al pusher che vendeva cocaina a suo figlio durante il periodo della depressione.

“Sono 20 anni che lotto e quello che voglio da te è una mano”, ha detto la donna allo spacciatore nello speciale che Le Iene hanno realizzato sulla morte di Pantani.

Alessandro De Giuseppe racconta tutti i particolari della vicenda, ricostrendo cosa accadde nei giorni che portarono Pantani alla morte e svelando tutto ciò che ancora non torna e che spinge mamma Tonina a continuare ad indagare per scoprire la verità sulla scomparsa del figlio.

«Che situazione signora, io mi sto autoaccusando ma le sto dicendo che occorre seguire i soldi. I soldi non li ho presi io, mancano dei soldi. Sa cosa mi è stato risposto? Ci stai prendendo per il culo, i soldi li hai presi tu. E allora ho deciso di patteggiare, non la vogliono la verità…», spiega Miradossa nel suo primo incontro con Tonina.

Il servizio delle Iene si conclude con la mamma di Pantani che chiede a Miradossa di accompagnarla al cimitero per andare a trovare Marco. «Non ce la faccio», dice inizialmente l’uomo che, però, poi accetta.