Charles Leclerc (Getty Images)

F1| “Hamilton come Schumacher”: ecco il parere di Leclerc

Nell’area del paddock club dedicata alla Ferrari si è presentato decisamente su di giri. In forte vena di chiacchiere e con un’euforia a tratti eccessiva e inspiegabile Charles Leclerc è tornato a parlare di quanto accaduto durante il GP del Giappone quando al primo giro ha in pratica buttato via il podio nel contatto con Verstappen.

Con Max ci siamo confrontati prima di andare dai commissari e la vicenda si è conclusa lì. Gli ho detto che avevo sbagliato e lui ha capito“, ha tagliato corto ammettendo di essersi meritato i 15” di penalità per aver innescato l’incidente, poi comunque cancellati a seguito della squalifica delle Renault.

Sempre sul tema weekend di Suzuka, il Principino si è mostrato disinteressato alla pole position persa a favore del compagno di squadra Vettel: “Sebastian è un pilota piuttosto veloce e io ho commesso diverse sbavature, quindi è andata bene così. Ciò che conta è con questo approccio ci spingiamo l’un l’altro“.

Quindi su possibili strategie future del Cavallino e su una sua promozione a driver di riferimento il #16 ha sostenuto: “Personalmente penso di aver lavorato bene quest’anno, ho raggiunto gli obiettivi che mi ero posto e sono contento di me stesso. Detto ciò, quando si corre per la scuderia di Maranello tutto viene amplificato, sia gli sbagli, sia i buoni risultati. Posso affermare con certezza che ho imparato molto e che mi resta ancora da fare. Per il resto certe decisioni spettano ai vertici”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Infine, interrogato sul probabile sesto sigillo iridato che Lewis Hamilton riuscirà ad ottenere qui al circuito Hermanos Rodriguez e al suo avvicinamento ai sette titoli di Michael Schumacher, il monegasco si è tenuto lontano dal fare paragoni.

Credo sia impossibile una comparazione tra i due, in ogni caso Ham si sta dimostrando decisamente costante“, ha chiosato il 22enne.

Chiara Rainis