Coop dispone il ritiro di un lotto di farina di ceci: piombo oltre le soglie consentite

0
258
La farina di ceci ritirata dalla Coop
La farina di ceci ritirata dalla Coop (foto dal web)

La catena di supermercati Coop ha disposto il ritiro di un lotto di farina di ceci per l’alta concentrazione di piombo, oltre le soglie consentite dalla legge, all’interno del prodotto.

La nota catena di supermercati Coop ha pubblicato un avviso sul proprio sito in merito al richiamo di un prodotto alimentare. Il richiamo dagli scaffali è stato disposto per un lotto di farina di ceci della linea Valore al Territorio prodotta dall’azienda Life Italia per via della concentrazione di metalli pesanti al suo interno. Dai test sul prodotto è emerso che all’interno del lotto in questione il valore di piombo è oltre le soglie minime consentite dalla legge. Per tali ragioni la catena di supermercati, nell’avviso pubblicato, ha esortato i propri clienti a non consumare la farina e riportarla al punto vendita dove è stata acquistata.

Leggi anche —> L’Aifa dispone il ritiro di alcuni lotti di un farmaco contro gastrite ed ulcera

Coop dispone il ritiro di un lotto di farina di ceci: concentrazione di piombo oltre le soglie consentite

Coop ha disposto il ritiro dagli scaffali dei propri punti vendita di un lotto di farina di ceci per l’alta concentrazione di metalli all’interno del prodotto. Il richiamo, segnalato attraverso un avviso pubblicato sul sito della catena di supermercati nell’apposita sezione, riguarda nello specifico un lotto di farina di ceci della linea Valore al Territorio prodotta dall’azienda Life Italia contraddistinto da numero 116.19 e data di scadenza fissata ad aprile 2020. La farina, venduta in confezioni da 350 grammi e prodotta dall’azienda Life nello stabilimento di via Case Molino di Pogliola, a Villanova Mondovì, in provincia di Cuneo, è stata richiamata per la presenza di piombo con “valori superiori ai requisiti minimi di legge”. La Coop nell’avviso ha esortato i propri clienti che avessero già acquistato il prodotto a non consumarlo e riportarlo indietro presso il punto vendita. Inoltre per ulteriori informazioni in merito la catena di supermercati ha messo a disposizione dei propri clienti due numeri telefonici (0172 450001 e 0172 450006) ed un indirizzo email ([email protected]).

Leggi anche —> Fanno morire di fame la figlia di soli 7 mesi: coppia di genitori evita il carcere