Un’attrazione del museo le salva la vita: donna scopre terribile malattia – FOTO

0
204
La foto termica di Bal Gill
La foto termica di Bal Gill (foto dal web)

Una donna in Scozia ha scoperto di avere un tumore al seno grazie ad un’attrazione del museo World of Illusions di Edimburgo: nello specifico si tratta di una stanza con particolari fotocamere che tracciano la mappa termica del corpo.

Una donna scozzese, Bal Gill, era in visita al museo World of Illusions di Edimburgo ed aveva deciso di provare una delle più rinomate attrazioni del luogo: una stanza all’interno della quale sono istallate delle particolari fotocamere che permettono di tracciare le mappe termiche dei corpi. Nelle immagini scattate si vedono le parti del corpo cambiare colore in base alla temperatura. La donna ha notato che proprio sul seno qualcosa non andava e sottopostasi ad accertamenti medici ha scoperto di avere un tumore.

Scozia, scopre un tumore al seno grazie all’attrazione di un museo: donna si sottopone immediatamente alle cure

Bal Gill si era recata nel museo World of Illusions di Edimburgo per trascorrere una giornata diversa dalle solite: la donna si sarebbe incuriosita alla vista di un’attrazione del luogo decidendo di provarla. Mai scelta fu più saggia: Bal Gill aveva deciso di farsi fotografare all’interno di una stanza nella quale sono istallate delle particolari fotocamere che permettono di tracciare le mappe termiche dei corpi. Nelle immagini scattate si vedono le parti del corpo cambiare colore in base alla temperatura. La donna all’altezza del seno avrebbe scorto una macchia scura, pertanto, preoccupatasi ha deciso di sottoporsi ad ulteriori accertamenti che avrebbero scoperto il tumore.

La donna avrebbe dichiarato: “Una volta entrati nella stanza con la fotocamera termica abbiamo iniziato a muovere le braccia per vedere le immagini create – riporta la redazione di Fanpage -. Facendo questo ho notato una ‘zona calda’ nel mio seno sinistro, che nessun altro nella stanza aveva. Ho fatto una foto e ho continuato la visita al museo“. La donna si sarebbe, quindi, recata da un medico che le avrebbe diagnosticato un tumore allo stadio iniziale trattato solo con un intervento senza necessità di ricorrere alla chemioterapia. Tracey Gillies, direttore medico del servizio Nhs Lothian, avrebbe spiegato il motivo per cui, riporta Fanpage, quella parte di seno aggredita dal tumore era di colore diverso rispetto al resto del corpo: le cellule tumorali hanno un metabolismo molto più veloce di quelle sane. “Nel passato si è provato a sperimentare le fotocamere termiche per trovare i tumori – avrebbe riferito la dottoressa stando a quanto riporta Fanpagema non c’è mai stata la prova definitiva che possano essere usate per gli screening“.

Leggi anche —> Prova a salvare la fidanzata: giovane lotta tra la vita e la morte