“Max Verstappen in Mercedes”: ecco cosa ne pensa il suo boss Horner

Max Verstappen (Getty Images)

F1 | “Max Verstappen in Mercedes”: ecco cosa ne pensa il suo boss Horner

Si respira aria di grande agitazione in casa Red Bull da un po’ di tempo a questa parte. Se verso le prime gare delle stagione europea sembrava davvero poter dire la sua, e addirittura affermarsi come l’unica vera grande rivale della Mercedes considerato che la Ferrari continuava a fare cilecca tra errori dei piloti, defaillance tecniche e svarioni del muretto, ultimamente la scuderia energetica si è allontanata dalla coda delle Frecce d’Argento, prendendole anche dalla Rossa.

Un passo del gambero che di fatto ha aiutato il Cavallino a portare uno dei suoi driver, alias Leclerc, nella top 3 iridata e causato giramenti di testa e probabilmente altro a Jos Verstappen, presente nel paddock del Circus come un falco per seguire ogni movimento del figlio.

L’irascibile olandese infatti si sarebbe mostrato piuttosto contrariato davanti ai media, ipotizzando per di più un 2020 altrettanto fallimentare.

Max è molto diverso dal padre e riesce a vedere il quadro completo”, ha cercato di parare il colpo il boss dell’equipe austriaca Christian Horner parlando a Motorsport.com. “Prima del GP del Giappone è stato in visita alla fabbrica Honda di Sakura e lì ha potuto rendersi conto dell’impegno che ci stanno mettendo per migliorare le performance del propulsore”.

Credo che a volte i papà nel mestiere si scaldino un po’ troppo”, ha poi cercato di mettere il muto alle polemiche innescate dall’ex compagno di box di Michael Schumacher in epoca Benetton.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il contratto del #33 con il gruppo che lo ha lanciato fino a portarlo nel Circus scadrà a fine anno prossimo. In quell’occasione altre due pedine pregiate potrebbero rivelarsi libere sul mercato, uno è Seb e l’altro è Hamilton.

Tutti e tre prima di decidere guarderanno alle prestazioni dei rispettivi team, di conseguenza penso che una risposta definitiva non arriverà prima di metà del campionato venturo”, ha considerato il manager britannico con uno sguardo al futuro. “In ogni caso la situazione mi pare sotto controllo. Verstappen si trova bene qui e ci tiene a realizzare le sue ambizioni in Red Bull. Starà a noi fornirgli d’ora in avanti la piattaforma giusta per riuscirci. Personalmente, dunque, sono ottimista”, ha così tagliato corto a proposito di un ipotetico passaggio di Mad Max a Stoccarda.

Chiara Rainis