bambina morta nave crociera
(foto dal web)

Un bambino tedesco di 12 anni sarebbe morto mentre si trovava a bordo di una nave da crociera, attraccata questa mattina, mercoledì 23 ottobre nel porto di Cagliari: disposta l’autopsia sul corpo.

Un 12enne tedesco sarebbe morto mentre si trovava a bordo della nave da crociera Msc Divina, attraccata questa mattina, mercoledì 23 ottobre, nel porto di Cagliari. Si tratterebbe, stando a quanto riportato dalla redazione di Fanpage, di una morte improvvisa: il piccolo potrebbe essere stato stroncato da un infarto nonostante la tenera età.

Bambino di 12 ani muore a bordo di una nave da crociera, probabilmente stroncato da un infarto: disposta l’autopsia

Secondo un primo esame sul corpo del bambino si sarebbe trattata di una morte improvvisa causata probabilmente da un infarto. Il piccolo, a bordo della nave da crociera Msc Divina partita da Palermo ed attraccata questa mattina a Cagliari, nella notte fra lunedì 21 ottobre e martedì 22 avrebbe accusato un malore: i familiari avrebbero immediatamente contattato il personale del medical center della compagnia che, seppur intervenuto immediatamente durante una sosta a Civitavecchia, non sarebbe riuscito a salvargli la vita. L’allarme del decesso lanciato alle autorità sarde, riporta Fanpage, sarebbe giunto poco prima di attraccare al porto di Cagliari. Alle 5:40 di stamane raggiunta la terraferma  gli Agenti della Polizia di Frontiera, avvisati dal Comandante, sono subito saliti a bordo per effettuare i rilevi del caso.

Stando a quanto riportato da Fanpage il piccolo, considerati i risultati di una prima disamina sul corpo, sarebbe morto a seguito di un infarto. Il magistrato di turno, aperta un’indagine, ha disposto l’autopsia sul corpo.

Indescrivibile il dolore dei genitori che hanno assistito al decesso del loro figlioletto, mentre i medici di bordo tentavano le manovre del caso nel tentativo di rianimarlo. La salma del piccolo, ora si trova presso il Policlinico di Cagliari, ma a breve potrebbe essere trasferita presso il centro di Anatomia dell’ospedale Santissima Trinità. La nave, dopo la sosta a Cagliari, ha ripreso la sua navigazione nelle acque del Mediterraneo verso Palma di Maiorca, Spagna.

La Msc ha reso noto di voler collaborare con gli inquirenti per rendere agevole qualsivoglia tipo di indagine ed è entrata in contatto con l’ambasciata tedesca per permettere alla famiglia il rimpatrio nel minor tempo possibile.

Leggi anche —> Scomparsa Angela Stefanini, arriva una svolta: arrestato il compagno della donna