Malattia letale, muore 40enne: il dolore dei familiari

malattia letale
(foto dal web)

Colpito da una malattia letale, un 40enne, dopo un lungo ricovero in ospedale, è morto: il racconto della tragedia

Si trovava in ospedale dal 1 giugno, nel reparto di malattie infettive. Si è spento sabato 19 ottobre, in tarda mattinata. E’ la tragica fine di Matteo Andreatta, 40enne molto conosciuto a Mestre, originario di Spinea. La causa della morte è da ricondursi a una malattia chiamata micobatteriosi diffusa, contratta probabilmente da qualche anno e sottovalutata dall’uomo, che solo qualche mese fa ha deciso di ricorrere alle cure. Ma era troppo tardi, come racconta il padre, Giovanni, affranto: “Bastava fare qualche analisi da subito, ma invece ha voluto fare di testa sua. Diceva di star bene fin quando non avesse saputo cos’aveva. Poi si è spaventato, andando a farsi visitare, ma era ormai troppo tardi”. Negli ultimi mesi, la temperatura corporea di Matteo aveva sbalzi tra i 31 e i 41 gradi. L’uomo lavorava alla Petroven, a Porto Marghera. In precedenza, aveva lavorato per due anni in Basilicata, sempre nell’ambito dei pozzi petroliferi e aveva fatto domanda di trasferimento all’estero, avvertendo però già i primi seri problemi di salute.