Elezioni Umbria, Matteo Salvini: “Sarà il primo ceffone alla maggioranza”

elezioni regionali umbria
(Getty Images)

A pochi giorni dalle elezioni in Umbria che si terranno domenica, regna l’incertezza tra i candidati in lizza per la presidenza della Giunta regionale.

A poco meno di una settimana dall’apertura del voto per le elezioni regionali in Umbria prevale ancora una forte incertezza. Come già accaduto nelle scorse settimane, le ultime rilevazioni non evidenziato un netto distacco tra i candidati che si contenderanno la presidenza della Giunta regionale. Le preferenze espresse sino ad ora, dunque, vedono ancora molto vicini la senatrice della Lega, Donatella Tesei ed il candidato scelto dalla coalizione Partito Democratico-Movimento 5 Stelle Vincenzo Bianconi.

Elezioni in Umbria: regna l’incertezza a pochi giorni dal voto

Domenica 27 ottobre 2019 l’Umbria è chiamata alle urne per le elezioni regionali che dovranno eleggere il prossimo Presidente della Giunta regionale e i 20 consiglieri. Il voto che coinvolgerà, come riportato dalla redazione di Today, oltre 700mila umbri è atteso ormai da tempo, dato che si tratterà delle prime elezioni dopo il rimpasto di Governo effettuato in seguito alla crisi di agosto. In queste ultime settimane diversi sondaggi hanno evidenziato una forte incertezza dell’elettorato umbro, circostanza che ancora persiste a cinque giorni dall’apertura delle urne. Secondo quanto riportato dalla redazione di Today, le ultime rilevazioni vedono ancora un serratissimo testa a testa tra i candidati. L’ultimo sondaggio pubblicato da Swg e commissionato dalla Lega lo scorso 10 ottobre, vede Donatella Tesei, candidata di centrodestra, attestarsi tra il 48 e il 52 per cento e Vincenzo Bianconi, scelto da Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, tra il 41 e il 45 per cento. Più staccato il candidato civico Claudio Ricci che raccoglierebbe tra il 3 ed 5% dei consensi. Matteo Salvini, come riporta Today, ha commentato i numeri affermando che stando ai dati non dovrebbe esserci partita dato che l’Umbria è governata da oltre 50 anni dalla sinistra a cui quest’anno si aggiungeranno i voti del partito pentastellato. Il leader della Lega, però, è convinto che dopo lo scandalo che ha coinvolto la giunta umbra, le elezioni possano portare al “il primo ceffone” alla maggioranza di Governo costituitasi dopo la crisi.

Leggi anche —> Scontro Renzi-Salvini: chi vincerà le elezioni dopo il confronto a Porta a Porta