Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | Binotto alza l’asticella: “In Messico vogliamo pole e vittoria”

Anche se finora il il circuito Hermanos Rodriguez si è rivelato particolarmente ideale per la Red Bull, il team principal della Ferrari Mattia Binotto non nasconde di avere ambizioni elevate. Ora che il mondiale costruttori è andato, finito per la sesta volta consecutiva in mano alla Mercedes, la Rossa non può fare altro che puntare a fare bottino pieno nelle corse che rimangono e rendere più complicata l’ennesima consacrazione iridata di Lewis Hamilton.

Dopo due gare nelle quali avremmo potuto fare meglio, ci presentiamo in Messico con la voglia di portare a casa il massimo risultato“, ha affermato il dirigente. “Cercheremo di conquistare la sesta pole position consecutiva per poi puntare al successo“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Mentre secondo Ham proprio le due SF90 di Sebastian Vettel e Charles Leclerc saranno favorite sulle alture, l’ingegnere preferisce non sbilanciarsi malgrado la dichiarazione d’intenti:”Quella messicana è una pista ricca di insidie, alcune delle quali sono legate al fatto che si gareggia a oltre duemila metri, il che rende la messa a punto dell’assetto e dei settaggi della power unit molto difficile con regolazioni che sono specifiche per questo appuntamento“.

Grazie alle novità regolamentari del 2019, secondo il 47enne si assisterà ad un GP super rapido. “Il layout propone curve di diversa tipologia, ma alttresì lunghi rettilinei sui quali di anno in anno vengono battuti i record legati alle velocità di punta. Il compromesso tra top speed e spunto nei cambi di direzione detterà le scelte di carico aerodinamico con le quali entreremo in azione“, ha quindi valutato il boss del Cavallino.

A quattro GP dalla fine l’equipe di Maranello è in gioco soltanto per un piazzamento in top 3 per quanto concerne la generale conduttori. Il #16 si trova infatti in terza piazza con 221 punti contro i 212 di Verstappen.

Chiara Rainis