Alberto Aquilani e la moglie aspettano tre gemelli: si pensa all’adozione ma..

dramma albnerto aquilani scherzo iene

Alberto Aquilani dramma: le figlie del calciatore date in adozione, ma è uno scherzo delle Iene con la complicità della moglie Michela Quattrociocche.

Alberto Aquilani ha vissuto un momento drammatico. Due figlie dell’ex calciatore della Roma date in adozione a due famiglie diverse per decisione della moglie Michela Quattrociocche. Un incubo per Aquilani che ha poi scoperto di essere stato vittima di uno scherzo organizzato dalle Iene con la complicità proprio della moglie.

Alberto Aquilani vittima di uno scherzo delle Iene: Michela Quattrociocche incinta di 3 gemelle, ma due date in adozione

Michela Quattrociocche, alle Iene, ha raccontato che il grande sogno del marito Alberto Aquilani è quello di avere un figlio maschio. La coppia ha due figlie, Aurora e Diamante, ma l’ex calciatore ha sempre sognato un figlio maschio con cui poter giocare a calcio e accompagnare agli allenamenti.

Le Iene, così, con la complicità dell’attrice, decidono di far credere al calciatore che sta per diventare genitore di tre gemelle. Michela Quattrociocche, così, chiama il marito chiedendogli di accompagnarla all’appuntamento con  la ginecologa. Nello studio medico, la dottorossa annuncia ad Aquilani che sta per diventare papà di tre gemelli e che, probabilmente saranno femmine.

Sconvolto dalla notizia, Aquilani perde la testa quando la dottoressa svela l’esistenza di un contratto, firmato dalla Quattrociocche, secondo cui due delle gemelle che aspetta l’attrice, saranno date in adozione. Un’ipotesi che Aquilani non itnende prendere in considerazione e, nonostante la conoscenza delle famiglie adottive delle figlie, Aquilani si prepara a crescerle da solo, anche senza l’aiuto di Michela che, avendo già due bambine, non se la sente di crescere altre tre figlie.

Un momento drammatico per Aquilani che, tuttavia, tira un sospiro di sollievo quando la moglie e le Iene gli svelano la verità. Solo un brutto scherzo, dunque, per Aquilani che continua a sognare di poter avere un figlio maschio.