Marco Melandri superbike
Marco Melandri (foto GRT Yamaha)

Per Marco Melandri si avvicina l’ultimo round Superbike della sua carriera. Infatti‚ dopo l’appuntamento del Qatar non correrà più nel campionato mondiale delle derivate di serie.

Già a inizio luglio aveva annunciato la propria decisione di ritirarsi‚ dato che ormai non si diverte più a gareggiare nel WorldSBK. Questo 2019 gli ha portato poche soddisfazioni‚ pensava che il ritorno in Yamaha gli potesse permettere di stare costantemente in top 5 e così non è stato. Ha ottenuto tre podi‚ però guidare la R1 per lui è stato molto complicato e il lavoro assieme al team GRT non è bastato per risolvere i problemi.

Superbike 2019‚ le sensazioni pre-ritiro di Melandri

Melandri al sito ufficiale WorldSBK.com ha espresso le proprie sensazioni in merito all’avvicinamento a quello che sarà il suo ultimo weekend di gara in Superbike: “Di sicuro arriverò in Qatar con molti sentimenti contrastanti. Da un lato, non voglio terminare questa mia parte di vita, da quando avevo quattro anni non ho fatto altro che pensare a correre e credo sia la miglior cosa che abbia mai fatto. È stato un onore riuscire a farlo per tutto questo tempo”.

Il 37enne pilota di Ravenna è ovviamente dispiaciuto di ritirarsi‚ ma viste le molte difficoltà incontrare nel 2019 con la Yamaha R1 è anche desideroso di chiudere il capitolo: “Dall’altro lato però non vedo l’ora che la stagione finisca. È frustrante non poter correre come desidero, dovendo lottare con la moto ed essendo così lento. Dispiace molto quando non raggiungi i risultati che sei in grado di ottenere. Comunque, credo che non me ne renderò conto fino a quando non inizierà la prossima stagione e io non ci sarò”.

Melandri aveva aperto all’ipotesi di correre nel campionato mondiale MotoE‚ competizione sicuramente meno stressante e con meno pressioni. Tuttavia‚ il suo futuro non è ancora definito con certezza: “Sono spaventato dall’idea di dover iniziare un nuovo capitolo della mia vita, ma sono anche curioso di scoprire cosa mi riserverà il mondo oltre alle gare. Non voglio fare progetti, voglio solo apprezzare ogni istante vivendo giorno per giorno”.