Paolo Ciabatti Ducati
Paolo Ciabatti (Getty Images)

MotoGP | Paolo Ciabatti: “Marc Marquez non piace solo a un team”

A campionato ancora in corso si parla già di ciò che accadrà nel 2021, un anno in cui vivremo un’autentica rivoluzione nel mercato dei trasferimenti MotoGP, con numerosi cambi di livree da parte dei piloti.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Con i contratti di quasi tutti gli atleti in scadenza dal 31 dicembre 2020, i manager di tutte le marche stanno già alzando il telefono per sondare il mercato e vedere quali intenzioni ha ciascun pilota per il 2021. La Ducati è una delle fabbriche che, con ogni probabilità, saranno completamente rinnovate. A Borgo Panigale sono consapevoli che Andrea Dovizioso compirà 34 anni la prossima stagione e che i piloti più giovani sono la mossa vincente. In effetti Carlo Pernat, uno dei giornalisti che meglio conosce i movimenti interni del paddock, ha assicurato che il forlivese non intende rinnovare il suo contratto alla fine del 2020.

Nel caso di Danilo Petrucci, la sua scarsa prestazione in questa seconda metà della stagione preoccupa la Ducati. Il rider di Terni ha racimolato una serie di pessimi risultati dopo la pausa estiva da cui sembra non venirne fuori. Ad Aragon era dodicesimo e nelle ultime due gare disputate in Thailandia e Giappone ha chiuso la top ten, lontano dalle prestazioni previste per lui nel box Ducati. Se questo resterà il ritmo di Petrux anche all’inizio della prossima stagione Ducati dovrà trovare un sostituto.

Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati Corse, ha parlato con Diario AS del futuro che attende il suo team oltre il 2020, confessando il suo interesse per Marc Marquez, un pilota ricercato da tutti i marchi: “A tutti piace. C’è solo un marchio che non può pensare di ottenerlo, per ovvie ragioni, che è la Yamaha. È un pilota che fa la differenza e tutti i team vorrebbero averlo, ma anche Honda sa che è il pilota che fa la differenza, basta guardare dove sono le altre Honda”.