Bottas ci crede: “Posso ancora diventare campione nel 2019”

Valtteri Bottas (©Getty Images)

F1 | Bottas ci crede: “Posso ancora diventare campione nel 2019”

In fin dei conti è giusto così. E’ cosa buona che un pilota ci creda finché non è la matematica a sventolare la bandiera a scacchi sul proprio sogno.

Con 104 punti ancora da distribuire nei quattro GP restanti (Messico, Texas, Brasile ed Abu Dhabi) e uno svantaggio di 64 lunghezze sul leader della generale Lewis Hamilton, Valtteri Bottas non ha ancora smesso di pensare al titolo. Al colpo di mano del destino in grado di ribaltare la situazione a suo sfavore.

Non ho ancora abbandonato l’idea di portarmi a casa il mondiale“, le parole del driver di Nastola ripresa da F1i.com. “Fino a che i numeri mi daranno ragione io ci crederò.  In Giappone sono scattato terzo sulla griglia, con due Ferrari davanti a me e ciò nonostante ho vinto“, ha ricordato parlando del suo terzo successo del 2019.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Anche se non era scontato ce l’ho fatta. Ho dato dimostrazione che tutto è possibile. Tuttavia resto realista e consapevole che avrò bisogno di moltissima fortuna per potermi laureare campione al termine della stagione in corso. In pratica dovrei vincere tutti i gran premi che restano“, ha proseguito tra l’ottimista e il pragmatico. “Cercherò di prendere le gare una dopo l’altra e vedremo dove mi porteranno“.

Dati alla mano il confronto con Ham risulta impietoso considerato che il compagno di squadra ha lasciato la firma in nove appuntamenti. Se dunque andiamo a guardare il merito non c’è davvero storia. Pure in questo campionato il pilota di Stevenage è stato il meno falloso e il più incisivo del gruppo, riuscendo sempre e comunque a massimizzare il risultato anche nelle circostanze a lui meno favorevoli.

Dopo aver festeggiato la coppa costruttori a Suzuka, proprio con il britannico a Città del Messico potrebbe arrivare quella conduttori.

Chiara Rainis