La delusione di Pecco Bagnaia: obiettivo stagionale mancato

Francesco Bagnaia (Getty Images)

La delusione di Pecco Bagnaia: obiettivo stagionale mancato

Jack Miller si è dimostrato all’altezza delle previsioni a Motegi, durante le prime fasi della gara poteva ambire al podio, poi un errore gli è costato caro facendogli perdere posizioni.

Il pilota della Ducati Pramac è salito al terzo posto dopo essere partito dalla sesta piazza, alle spalle di Marc Marquez e Fabio Quartararo. Ma l’australiano – che aveva optato per la gomma morbida gomma posteriore – improvvisamente ha iniziato a soffrire problemi di trazione, svanendo fino al decimo posto alla bandiera a scacchi. “Abbiamo avuto un problema con il grip posteriore”, ha spiegato Jack Miller. “Non so cosa sia successo. Mi sentivo davvero a mio agio, molto forte, stavo solo cercando di stare con Marc e Fabio e poi all’improvviso non ho più potuto spingere”.

Il passo gara è stato eccellente fino al sesto giro poi il grip della gomma posteriore è calato drasticamente costringendo Jack a perdere molte posizioni. “Dobbiamo esaminare i dati e capire cosa è andato storto e dove… Non è dove volevamo essere dopo aver lottato per il podio all’inizio. Credo che potevamo fare di più oggi, ma non siamo stati in grado di dimostrarlo”.

Miller rimane ottavo nel campionato del mondo, ma le sue speranze di battere Fabio Quartararo come miglior pilota privato sembrano svanite, con il pilota della Petronas Yamaha che vanta un vantaggio di 48 punti e in ballo di punti ce ne sono 75. Il compagno di squadra Francesco Bagnaia, ha concluso la gara di Motegi al 13 ° posto. “Non posso essere troppo soddisfatto per il risultato. E’ chiaro che mi sarei aspettato di più ma non è stato un week end facile. Ho comunque portato a casa qualche punto per la classifica. Ho avuto molti problemi in accelerazione perdendo decimi preziosi molto soprattutto nel rettilineo. Voglio fare i miei complimenti a Fabio per aver conquistato il premio di Rookie of the Year”.