Calo della vista: un sintomo da non sottovalutare che potrebbe nascondere gravi patologie

Medico
(foto dal web)

L’Istituto Clinico Humanitas ha pubblicato un’intervista resa al Corriere della Sera dal professor Paolo Vinciguerra, responsabile dell’Unità Operativa di Oculistica di Humanitas, relativa alla perdita improvvisa della vista.

L’Istituto Clinico Humanitas, ospedale policlinico ad alta specializzazione, in collaborazione con la propria redazione, ha pubblicato un’intervista resa al Corriere della Sera dal professor Paolo Vinciguerra, responsabile dell’Unità Operativa di Oculistica di Humanitas. L’argomento è di grande interesse: la perdita improvvisa e temporanea della vista. Un disturbo da non sottovalutare e da curare in tempo per evitare conseguenze irreversibili.

Perdita improvvisa della vista: un sintomo che non va sottovalutato per evitare gravi conseguenze

La perdita improvvisa e temporanea della vista, riferisce il Professor Vinciguerra stando a quanto riportato dal sito dell’Istituto Clinico Humanitas, può manifestarsi in diverse modalità. Il paziente, nella stragrande maggioranza dei casi si rivolge ad un medico lamentando di vedere meno bene del solito o di vedere ombre, o ancora di avere la vista coperta come se su l’occhio ci fosse una tenda. Per definire un calo della vista come improvviso è necessario che il fenomeno si verifichi nell’arco di pochi minuti e la durata non superi qualche giorno. Stando a quanto riferito dal professor Vinciguerra può riguardare sia uno che entrambi gli occhi o colpire solo una parte del campo visivo.

Di vitale importanza, in questi casi, avrebbe riferito al Corriere della Sera il responsabile dell’Unità Operativa di Oculistica di Humanitas, sarebbe recarsi al Pronto Soccorso o da uno specialista. Una diagnosi repentina, infatti, sarebbe fondamentale per evitare l’insorgenza di gravi patologie dagli effetti irreversibili. Nella maggior parte dei casi, un intervento subitaneo sarebbe in grado di eliminare il problema senza alcun tipo di conseguenza. Tra le principali cause della perdita improvvisa della vista il professor Vinciguerra ha indicato la dislocazione o l’opacizzazione del cristallino, traumi alla cataratta, il distacco della retina e in rari casi anche la presenza di un glaucoma acuto.

Il presente articolo, seppur tratto da fonti più che attendibili, non ha carattere medico, ma uno scopo esclusivamente narrativo. Per tale ragione vi consigliamo di rivolgervi ad un medico qualora doveste riscontrare l’insorgenza di qualsiasi problematica legata all’argomento in questione.

Leggi anche —-> Tumore, non è una questione casuale: rivelato il fattore che ne determina l’insorgenza