Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (Getty Images)

Danilo Petrucci nelle Qualifiche MotoGP a Motegi ha conquistato solo l’ottavo posto. Partirà in terza fila tra il compagno Andrea Dovizioso e l’Aprilia di Aleix Espargarò.

Il ternano sperava di piazzarsi almeno in seconda, cosa invece riuscita a Jack Miller con la Ducati del team cliente Pramac. Dovrà cercare di partire bene per recuperare subito alcune posizioni e giocarsi un buon risultato. Difficile dire oggi a cosa possa ambire Petrux, anche perché le condizioni domani saranno un po’ diverse.

MotoGP Giappone, Petrucci nel post-Qualifiche di Motegi

Petrucci ai microfoni di Sky Sport MotoGP ha così commentato le sue Qualifiche di oggi a Motegi: «Probabilmente la seconda fila si poteva fare, ma non l’ho fatta. La posizione non è malissimo, anche se non per giocarmi il podio. Comunque posso fare una gara nel gruppo di testa».

Il pilota del team ufficiale Ducati non pensa di poter essere da podio, però ritiene di avere il potenziale per riuscire lo stesso a disputare una buona gara: «Domani dovrebbe esserci bel tempo, sono veloce sia sull’asciutto che sul bagnato. Abbiamo dei dubbi sulle gomme, però penso che potrò essere competitivo».

In un’altra intervista a Petrucci è stato domandato della situazione in Yamaha, dove Valentino Rossi è più indietro (decimo) rispetto ai tre colleghi di marca. Questa la replica del ternano: «Lui è sempre veloce – riporta Speedweek – e può andare sul podio. Il problema è che nella MotoGP di oggi devi fare ogni giro come fosse l’ultimo della vita. Se non lo fai, rimani indietro. Forse gli manca qualcosa ed impiega più tempo per raggiungere il limite. Ci sono state gare in cui aveva ritmo da podio, però partiva troppo indietro».