Attento, Luca Marini! Ci pensa Vinales ad aiutare il fratello di Vale (VIDEO)

Luca Marini assistito da Maverick Vinales all'uscita dai box dello Sky Vr46 nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone 2019 di Moto2 a Motegi (Fotogramma dal video sul profilo ufficiale di Twitter della MotoGP)
Luca Marini assistito da Maverick Vinales all’uscita dai box dello Sky Vr46 nelle qualifiche del Gran Premio del Giappone 2019 di Moto2 a Motegi (Fotogramma dal video sul profilo ufficiale di Twitter della MotoGP)

Moto2 | Attento, Luca Marini! Ci pensa Vinales ad aiutare il fratello di Vale (VIDEO)

Se ci si aiuta tra compagni di scuderia, allora perché non dare una mano anche al fratello minore del tuo compagno di box? È la divertente scenetta di cui è stato protagonista Maverick Vinales durante le qualifiche del Gran Premio del Giappone in classe Moto2. Il pilota spagnolo della Yamaha stava assistendo dal muretto box dello Sky Racing Team Vr46, di proprietà del suo compagno di colori Valentino Rossi, quando ha notato un dettaglio nell’equipaggiamento di Luca Marini, fratello del Dottore.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Vinales si è infatti accorto che il pilota italiano stava per scendere in pista senza la “saponetta” di protezione sul ginocchio destro. A quel punto è letteralmente saltato verso il garage per avvisare Marini, prima che il team provvedesse a sistemare quell’importante particolare. Un bel gesto che testimonia lo spirito di squadra di Top Gun, ma anche la solidarietà tra colleghi, seppur di diverse categorie e generazioni.

E Marini va a conquistare la pole in Moto2

La sessione si è poi conclusa nel migliore dei modi per Luca Marini che, sceso in pista per ultimo, ha centrato la sua prima pole position stagionale. Un altro risultato di prestigio che conferma la sua striscia positiva iniziata con la vittoria conquistata in Thailandia.

“La strategia era di partire per ultimo per non avere nessuno alle spalle e, nel finale, sfruttare l’asfalto più asciutto”, ha commentato il Maro. “Ha funzionato bene e ho chiuso un’ottima sessione con un gran bel crono sul giro. Siamo riusciti a trovare una base di assetto adattabile a tutti i circuiti e questo speriamo ci consentirà di chiudere al meglio la stagione. Il ritmo sull’asciutto è comunque buono e possiamo lottare con i più forti in gara”.