Johnson & Johnson talco, prodotto per neonati ritirato: “Contiene amianto”

Johnson & Johnson talco
Johnson & Johnson talco ritirato per sospetta presenza di sostanze cancerogene FOTO tuttomotoriweb

Johnson & Johnson talco,l’azienda richiama un prodotto per bambini a scopo cautelativo dopo il sospetto di presenza di sostanze cancerogene al suo interno.

Continuano le brutte notizie per Johnson & Johnson. La nota multinazionale di cometici e prodotti farmaceutici si è vista costretta a ritirare dal mercato un talco destinato ai neonati ed ai bambini in tenera età. Tutto a causa dei sospetti di presenza di sostanze cancerogene in esso. L’azienda ci tiene a precisare che la decisione è stata presa a solo scopo cautelativo. La sostanza incriminata è nello specifico l’amianto crisotilò, che sarebbe stato individuato in uno specifico lotto dalla Food and Drug administration (Fda). Si tratta dell’ente più importante negli Stati Uniti in materia di controllo della sicurezza dei prodotti venduti al pubblico in ambito di cibo ed alimentazione. Chiaramente Johnson & Johnson sa che tutto ciò non farà bene alla propria immagine, già duramente colpita a causa di centinaia e centinaia di cause che vedono la società chiamata in causa per dei risarcimenti danni. In moltissimi infatti l’hanno citata per averla tenuta responsabile del sorgere di alcune patologie, dopo un utilizzo prolungato nel tempo dei prodotti J&J.

LEGGI ANCHE –> Test della personalità: come indossi la tracolla indica che carattere hai

Johnson & Johnson talco, l’Oms ritiene tutte le polveri di amianto cancerogene

L’azienda è quotata in Borsa ed il suo titolo ha perso il 4% del valore. Il lotto di talco incriminato è il numero 22318RB, per un ammontare di circa 33mila confezioni, e sono stati acquistati tutti online. Ora è giunto l’invito a riconsegnarli a Johnson & Johnson in cambio di un doveroso quanto già garantito rimborso. La società comunque si difende, parlando di presenze in quantità effimera di sostanze contestate. A suo dire sarebbero non più dello 0,00002%. Ma ha anche fatto sapere di avere avviato delle indagini interne per fornire risultati certi ed imparziali. L’amianto crisotilo o bianco è impiegato anche da altri produttori di prodotti per la salute e l’igiene. L’Oms lo ha però inserito nell’elenco delle sostanze cancerogene e pericolose, al pari di tutti gli altri tipo di povere di amianto.

LEGGI ANCHE –> Tina Cipollari Iene, lo scherzo col figlio complice: “Fa corse clandestine” – VIDEO